Religion Today 2007: i vincitori

La cerimonia di premiazione il 18 ottobre nella Città del Vaticano

I lavori romani della prima rassegna cinematografica dedicata al dialogo tra le religioni si sono conclusi con la cerimonia di premiazione presso la Sala Marconi in Città del Vaticano, alla presenza di padre Federico Lombardi, del Deputy Ambassador della Repubblica Islamica Iraniana presso la Santa Sede, del Deputy Ambassador della Repubblica Islamica Iraniana in Italia.

La Giuria Internazionale, composta da Gilad Goldschmidt (regista, Israele), Sydne Rome (attrice, USA), Magali Van Reeth (rappresentante SIGNIS, Francia), Mojtaba Raie (regista, Iran), Enzo Sisti (produttore, Italia), ha poi assegnato i seguenti premi:

-Premio Religion Today “Nello spirito della fede” a “The sun shines on all equally” (Il sole splende su tutti egualmente) di Abbas Rafei, Iran: La storia di due donne di fedi diverse alla ricerca della verità. Un film pieno di mistero interpretato da due attrici straordinarie.

- Miglior film a soggetto a “M for mother” (M come madre) del regista iraniano Rasoul Mollagholipour, recentemente scomparso: Un film sull’amore e l’unione come uniche strade percorribili per sconfiggere le conseguenze della guerra che in un tempo di armi chimiche, costringono famiglie di ogni religione e condizione sociale a vivere con il problema tragico di bambini con handicap.

- Miglior film documentario a “Yoel, Israel & Pashkavils” di Lina Chaplin, Israele: Un film per entrare in un mondo che altrimenti non saremmo mai in grado di conoscere. L’approfondimento di identità differenti, anche se non sempre in accordo tra loro, visto come primo passo per una comprensione reciproca, un’apertura al dialogo, e in ultima istanza verso il raggiungimento della pace.

- Miglior cortometraggio a “Milagros” di Javier Figuero, Spagna: Uno sguardo fresco e sorprendente sulla provvidenza divina e sul miracolo. Un argomento presente in quasi tutti i film.


Religion Today ha poi voluto consegnare un omaggio a Krzsystof Zanussi, Anthony Mazzella e all’Istituto Culturale Iraniano. Un riconoscimento alla memoria di Michelangelo Antonioni è stato ritirato dalla vedova Enrica; a Marta Chieffo è stato consegnato un omaggio alla memoria del marito Claudio, già ospite e collaboratore del Festival.

La cerimonia ha visto anche la consegna del premio RELIGION YESTERDAY a cura del CINIT. Giunto alla sua sesta edizione, il premio, assegnato a un autore cinematografico del passato che nella sua opera si sia contraddistinto per un interesse culturale e poetico al fatto religioso, quest’anno è andato alla memoria del maestro del cinema indiano Satyajit Ray.

Sono stati infine annunciati i seguenti premi speciali:

- DONNA E RELIGIONE, a cura del Comune di Arco, a “The sun shines on all equally” (Il sole splende su tutti egualmente) di Abbas Rafei, Iran;
- ARTE E RELIGIONE, a cura dalla fraternità di Nomadelfia, a “The Saint ” (Il Santo) di Oleg Kovachev e Goran Blagoev, Bulgaria;
- FRATERNITÀ NOMADELFIA, a cura della fraternità di Nomadelfia, a “Sowing in tears” (Asciugando le lacrime) di Norman Servais, Sudafrica;
- DIALOGO INTER-RELIGIOSO “MEMORIA DON SILVIO FRANCH” a “Jesus, the spirit of God” (Gesù, lo spirito di Dio) di Nader Talbzadeh, Iran;
- RELIGION TODAY “DON TONINO BELLO” ex aequo a “God is close” (Dio è vicino) di Ali Vazirian, Iran, e a “Un Noel au Tibet” di Diego e Luca Governatori, Francia;
- RITRATTI - MEMORIA MASSIMO PREVEDELLO a “Luce verticale” di Salvatore Presti, Italia;
- SCUOLA E RELIGIONE, a cura della giuria studentesca di Ferrara, ex aequo a “Parparim” di Jaap Van Heudsen, Israele-Olanda, e “Un mondo perfetto” di Diego D’Innocenzo e Marco Leopardi, Italia;
- RELIGIONE E DIRITTI UMANI, a cura della giuria studentesca di Ferrara, a “Posada” di Mark McGregor, USA

Il viaggio di Religion Today prosegue ora con nuove giornate di proiezioni e incontri che vedranno la consegna dei premi speciali nelle diverse località toccate dal Festival nel suo decennale (Arco 19 ottobre; Nomadelfia 19 ottobre; Trento 20 ottobre; Ferrara 25 ottobre). Al termine di un’intera settimana di cinema e riflessioni, anche la sede di Milano, sabato 27 ottobre, consegnerà i premi speciali conferiti dalle giurie cittadine: RICERCA LINGUISTICA, a cura del Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, e COMPASSIONE, conferito dalla Città di Milano al film che meglio rappresenterà il tema specifico del festival, quest’anno dedicato al tema “Conflitto e compassione nei percorsi della fede”.

Condividi questa pagina