I premi del Future Film Festival

Ottimo successo per la IX edizione della manifestazione sull’animazione digitale

Il 21 gennaio si è conclusa a Bologna la IX edizione del Future Film Festival, rassegna italiana dedicata al cinema di animazione ed agli effetti speciali, con il vanto di oltre 30.000 presenze, 110 appuntamenti (tra incontri e proiezioni) e le anteprime di 17 lungometraggi e 26 serie animate.
In particolare l’attesissima anteprima mondiale dei primi spezzoni di The Simpsons Movie ha riscosso notevole successo, così come, sono state molto apprezzate, le proiezioni di Arthur e il popolo dei Mimimei di Luc Besson, Princess di Anders Morgenthaler e Happy Tree Friends di Rhode Montijo e Kenn Navarro.
Seguitissimi anche gli omaggi al celebre Quino, l’autore di Mafalda, alla Gamma Film (produttrice di celebri Caroselli degli anni Sessanta) ed alla Partizan.

Vincitore del Lancia Platinum Grand Prize, il riconoscimento destinato all’opera che più di tutte ha saputo apportare novità di rilievo nell’uso delle tecnologie digitali, è stato Princess di Anders Morgenthaler.
Il Future Film Festival Digital Award, premio riservato alle migliori opere italiane in collaborazione con NewTek, è stato assegnato a Massimilano Rocchetti della Mercurio SPQR per Reactine, e, secondariamente, a Matteo Pellegrini della società Ubik per Citroen C2.
Per quanto riguarda infine la categoria dei cortometraggi (Future Film Short) il Premio del Pubblico Groupama è andato a Gentlemen's Duel di Francisco Ruiz (primo premio) ed a Pinzunera di Massimo Sarzi Madidini (secondo premio).

Condividi questa pagina