Science+Fiction: la fantascienza protagonista

Dal 12 al 18 novembre il Festival Internazionale della fantascienza di Trieste

L’edizione zerosette di Science+Fiction – il festival internazionale della fantascienza – manifestazione dedicata all’esplorazione dei mondi del fantastico, dei linguaggi sperimentali e delle nuove tecnologie nelle produzioni di cinema, televisione, arti visive e dello spettacolo - si svolgerà a Trieste negli spazi del Cinecity multiplex (Torri d’Europa) dal 12 al 18 novembre.

Anteprime, retrospettive, sezioni concorso, eventi speciali ed incontri con autori del cinema e della letteratura, formeranno lo scheletro di quest’edizione di Science+Fiction: una kermesse che dal 2005 fa parte della European Fantastic Film Festivals Federation ed è ormai universalmente riconosciuta come rampa di lancio per le opere più innovative e per i registi emergenti.

Anche quest’anno l’iniziativa è realizzata e promossa dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche La Cappella Underground, con la collaborazione e il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, di Turismo FVG, del Comune di Trieste, della Provincia di Trieste, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (DGC) e dell’Università di Trieste.

Tra i tanti ospiti d’eccezione di questa edizione, un grande maestro della science fiction americana: Joe Dante sarà ospite d’onore a Trieste per ricevere il premio alla carriera Urania d’argento (istituito in collaborazione con la principale rivista italiana di fantascienza, Urania) e per presentare al pubblico del festival una selezione dei suoi film più acclamati, da Innerspace (Salto nel buio, 1987) a Matinee (1983) e Small Soldiers (1998), fino al recentissimo Homecoming (2005) tratto dalla serie Masters of Horror.

Sarà il cinema Ariston ad accogliere, lunedì 12 novembre, l’evento di apertura del festival, consacrato a una pietra miliare del cinema di fantascienza: Metropolis di Fritz Lang (1927) sarà presentato in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana di Milano, in un’edizione integrale restaurata nel 2001 da un pool di archivi coordinati dalla F.W. Murnau Stiftung. Il film sarà accompagnato dal vivo al pianoforte da Francesca e Federica Badalini.

Grande attenzione sarà inoltre dedicata alla science fiction francese, con il proseguimento del progetto Voyage Fantastique. ospite d’onore, grazie alla collaborazione di Napoli Comicon, sarà uno dei più importanti autori di fumetti di tutti i tempi: Jean Giraud, più noto con lo pseudonimo di Moebius.

Sono previsti inoltre alcuni omaggi letterari, dedicati a Howard Phillips Lovecraft (con una tavola rotonda guidata da Giuseppe Lippi), a Kurt Vonnegut e a Philip K. Dick.
E proprio a PKD sarà dedicato un altro evento speciale del festival: la proiezione in anteprima del capolavoro di Ridley Scott Blade Runner, nella versione Final Cut. Un’occasione imperdibile per ammirare sul grande schermo un classico senza tempo, un must per tutti gli appassionati di fantascienza.

Spazio anche alle forme più estreme del cinema di genere, con alcuni appuntamenti in collaborazione con Nocturno Cinema: il festival della fantascienza ospiterà a Trieste per la prima volta Ruggero Deodato, il regista di Cannibal Holocaust (1982).
Serata di chiusura domenica con la cerimonia di premiazione del concorso e la proiezione speciale della versione originale di Grindhouse (2007) di Quentin Tarantino e Robert Rodriguez.
Queste le sezioni principali della kermesse:

NEON – SELEZIONE UFFICIALE E ANTEPRIME
La sezione Neon zerosette - selezione ufficiale del festival, proporrà una panoramica sulle più recenti produzioni nei settori della science fiction, del fantasy e dell’horror; oltre alle anteprime , promosse in collaborazione con le maggiori case di distribuzione italiane e internazionali, è prevista la sezione competitiva per il miglior lungometraggio (al film vincitore sarà consegnato il premio Asteroide) e European Fantastic Shorts, selezione per il miglior cortometraggio fantastico europeo in collaborazione con la EFFFF.
Presidente della Giuria Internazionale per quest’edizione sarà Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystère, ospite del festival proprio nell’anno del venticinquennale del suo celebre fumetto.

VOYAGE FANTASTIQUE
Tra le retrospettive, dopo i mondi surreali di FantaEspaña e l’assedio dei Brit-Invaders!, grande attenzione sarà dedicata alla science fiction francese, con il proseguimento del progetto Voyage Fantastique (in collaborazione con il Centro Culturale Francese di Milano e l’Ambasciata di Francia).
In calendario un programma dedicato agli incroci tra fumetto e film di fantascienza – SF & BD (in collaborazione con Napoli Comicon). La retrospettiva avrà come testimonial due grandi artisti della BD: Jean-Pierre Dionnet e Moebius, fondatori negli anni Settanta assieme a Philippe Druillet della rivista Métal Hurlant.
Jean Giraud, più noto con gli pseudonimi di Moebius e di Gir, è uno dei più importanti autori di fumetti di tutti i tempi: ideatore per Pilote del celebre personaggio Blueberry, negli anni Settanta inizia a realizzare storie fantastiche dallo stile onirico: sua la serie Il garage ermetico con Jerry Cornelius, Arzach e L'Incal su testi di Alejandro Jodorowsky. Ha inoltre lavorato per il cinema su capolavori della fantascienza come Tron (1982), Alien (1979), The Abyss (1989) e Il quinto elemento (1997).

MARS ATTACKS!
Numerosi i programmi e gli eventi speciali, per scoprire il pianeta fantascienza sotto ogni angolazione. E nel cinquantenario dell’impresa dello Sputnik (1957) il festival apre la sezione Marx Attacks! con una grande retrospettiva sulla fantascienza sovietica: dodici film in programma, tra cui opere fondamentali nella storia del cinema di science fiction.

Per ulteriori informazioni: www.scienceplusfiction.org

Condividi questa pagina