MEDFILM Festival 2007: i premi

A Roma la XIII edizione dall'8 al 18 novembre

Si è conclusa, con la cerimonia di premia zione ufficiale, la XIII edizione del MedFilm Festival. Questi i premi assegnati

COMPETIZIONE UFFICIALE

La Giuria Internazionale della Competizione Ufficiale della XIII edizione del MedFilm Festival presieduta dalla giornalista Laura Delli Colli e composta dal regista e critico cinematografico tunisino Ferid Boughedir, dal giornalista e scrittore algerino Amara Lakhous e dalla regista greca Olga Malea ha assegnato il Premio Amore e Psiche ed i riconoscimenti “Espressione Artistica” e “Menzione Speciale”.

Premio Amore e Psiche al miglior film in competizione (€ 5.000)
LE FILS DE L’ÉPICIER di Eric Guirado (Francia)
Per la particolare sensibilità nel mettere in scena con delicatezza un sentimento controverso come il rapporto padre/figlio, nel difficile confronto tra le diverse generazioni oltre ogni convenzione familiare. Un compito che il regista affronta con la sicurezza di una prova già matura.

Riconoscimento Espressione Artistica
WWW - What a wonderful world di Faouzi Bensaidi
(Marocco)
Per l’originalità di una ricerca estetica singolare nella quale, come raramente accade, l’autore riesce a coniugare la realtà sociale del suo paese con un tocco di umorismo e divertente trasgressione.

Menzione Speciale
FLEUR D’OUBLI di Selma Baccar
Per il coraggio del soggetto e la capacità squisitamente femminile nell’esprimere memoria e dolore.

COMPETIZIONE NUOVA EUROPA

Premio Eurimages Italia (€ 4.000)
GUCHA
di Dusan Milic

La Giuria Internazionale del Premio Eurimages Italia composta dal produttore tunisino Mohammed Habib Attia, dall’attrice Lorenza Indovina e dal Direttore del Festival Internazionale di Cinema di Atene Orestis Andreadakis, ha assegnato il Premio Eurimages Italia al film Gucha di Dusan Milic con le seguenti motivazioni:

Una regia sicura che ha saputo tradurre con autoironia ed un originale approccio estetico il tema dei conflitti che hanno diviso un Paese, raccontando una storia semplice e colorata.


PREMIO ITALIA NEL CINEMA


La giuria internazionale del Premio Italia nel Cinema, presieduta da Mohammed Salmawi, giornalista egiziano presidente della Lega Araba degli Scrittori, e composta da Janoslav Besker, giornalista croato corrispondente per “Jutarnij List” e dal giornalista greco Dimitri Deliolanes, ha decretato film vincitore del Premio Italia nel Cinema Cover boy di Carmine Amoroso con le seguenti motivazioni:

Premiamo l’originalità e l’umanità con cui il regista ha saputo affrontare un tema scottante dei nostri giorni, grazie a una sceneggiatura precisa e dettagliata, una fotografia sensibile e raffinata e degli ottimi interpreti. Questo è un premio a Carmine Amoroso, regista capace di tradurre una vicenda comune del nostro quotidiano in un film pieno di lirismo.


CONCORSO CORTOMETRAGGI
La Giuria Internazionale del Concorso, presieduta dall’autore e regista Angelo Loy e composta da 7 studenti diplomandi delle Scuole Nazionali di Cinema dei Paesi europei e mediterranei, e da 7 detenuti del carcere di Civitavecchia, ha assegnato il Premio Methexis, destinato a promuovere opere brevi dedicate al tema del dialogo interculturale.

Premio Methexis 2007 (€ 3.000)
EX AEQUO

GEREH/KNOT di Javad varani (Iran)
Premiamo questo film, per la sua umanità, l’originalità della storia, capace di esprimere, con semplicità, attraverso una fotografia piena di poesia, una storia universale che, come hanno detto i detenuti del carcere di Civitavecchia, è una metafora della vita, una vita in cui non sai mai se riuscirai a camminare o sprofonderai nella neve come la anziana protagonista che lotta con la forza della sua promessa di amore.

BAAD, DAH SALEH/WIND, TEN YEARS OLD
di Marzieh Vafamehr (Iran)
La regista è riuscita, con estremo coraggio e grande chiarezza, ad analizzare la tematica degli effetti della propaganda sull’educazione, mettendo a stretto contatto l’innocenza dei bambini e il desiderio negato di un gioco pericoloso come quello della guerra.

Nelle categorie dei cortometraggi sono stati assegnati anche il Premio Kodak e il Premio del Pubblico.

Premio Kodak (1.500m di pellicola Kodak)
JAMAL
di Luisella Ratiglia (Italia)
per la capacità di raccontare in modo netto la paura dell’altro attraverso un’attenta regia ed un’appassionata partecipazione degli attori Hedy Krissane e Maya Sansa.

Premio del Pubblico (€ 2.000)
ROMANO CRIMINALE
di Giuseppe Moscara (Italia)


CONCORSO DOCUMENTARI
La Giuria Internazionale del Concorso Documentari composta dalla fotografa e documentarista polacca Monika Bulaj e dal direttore dell’Arab Film Festival di Rotterdam Intishal al Timimi ha assegnato il Premio Open Eyes e una Menzione Speciale.

Premio Open Eyes (1.500m di pellicola)
EL BANATE DOL (Those girls)
di Tahani Rached (Egitto)

Per l’intensità immensa dello sguardo e la vicinanza con il soggetto che ci permette di partecipare alla realtà dei fatti che accadono davanti ai nostri occhi per il coraggio della regista che trasmette tutto il sentimento di condivisione con la vita di queste ragazze.

Menzione Speciale

CHILDREN OF ALLAH di Keith Walsh, Jill Beardsworth
Il ritratto inedito di un gruppo di giovani particolarmente riuscito per la coerenza tra la regia, la struttura narrativa e il soggetto affrontato con grande sensibilità.

CONCORSO CINEMA E REALTÁ… INSIEME CONTRO IL RAZZISMO

Premio UNAR per la sezione corti e documentari (€ 5.000)
VITA DA POMODORO
di Daniela Recchia
Ironia e semplicità questi i valori di un cortometraggio che racconta il quotidiano dei lavoratori nei campi senza alcuna retorica.

Premio UNAR per la sezione fotografica (€ 3.000)
CASILINA 2007
di Francesco Millefiori
Uno ritratto diretto, crudo e realistico di una famiglia straniera in una delle tante periferie del nostro Paese. Sono i dettagli a colpire la nostra emotività, rivelando la mancanza di radici.

Premio alla carriera Ferid Boughedir e Premio alla Pace a AMREF

Condividi questa pagina