Gerusalemme ospita il Religion Today

Religion Today per l’ottava volta a Gerusalemme per il Jewish Film Festival

Sarà il tradizionale appuntamento di Gerusalemme ad aprire il calendario di prossimi incontri internazionali di Religion Today Filmfestival. La rassegna di cinema delle religioni nel suo decennale rafforza la dimensione itinerante con l’obiettivo di promuovere una cultura della pace e del dialogo attraverso il linguaggio filmico e l’incontro diretto tra fedi, popoli e persone.
Per l’ottava volta Religion Today sarà presente al Jewish Film Festival, organizzato annualmente dalla Cineteca di Gerusalemme nel periodo della festività ebraica di Hanukkah.

La partecipazione di Religion Today ha accompagnato fin dagli esordi la rassegna gerosolomitana, oggi giunta alla sua nona edizione. Anche quest’anno l’appuntamento dedicato ai temi dell’identità, della fede, della storia e della tradizione ebraica, in calendario dal 1° al 7 dicembre 2007, tornerà a dedicare un’importante sezione del proprio catalogo ai film di Religion Today, aprendo una finestra sulle altre religioni e culture del mondo.

Nel pomeriggio di giovedì, la direttrice artistica del festival Lia G. Beltrami prenderà parte ad una tavola rotonda sulla presenza del miracolo nell’ebraismo, nel cristianesimo e nella storia del cinema, portando il contributo di esperienza di dieci anni di film a soggetto religioso. Il mistero del “Cielo sulla terra”, filo rosso di tutta la penultima edizione di Religion Today, è strettamente legato al significato della festa di Hanukkah, che con la vittoria dei Maccabei commemora il miracolo dell’olio sacro. Il punto di vista della fede ebraica sarà illustrato dal regista Rabbi Gilad Goldschmidt, quest’anno nella giuria di RT dopo aver concorso ai lavori del 2006 con “Il carillon verde”, vincitore del premio speciale “Fraternità”.

La giornata proseguirà con la proiezione di alcuni cortometraggi e clip dei film presentati nell’ambito di Religion Today 2007; grazie alla mediazione del festival, che quest’anno ha dedicato un premio e più momenti di riflessione alla memoria di Michelangelo Antonioni, sarà presentato anche il cortometraggio “Lo sguardo di Michelangelo”, ultimo omaggio del maestro all’arte dello scultore suo omonimo.

Per la conclusione del Jewish Film Festival, venerdì 7 dicembre, è in programma un approfondimento sul rapporto tra religione e diritti umani. Nell’occasione la direttrice di Religion Today proporrà il documentario francese “Un Noël au Tibet” di Jean-Baptiste Warluzel, Falk van Gaver e Constantine de Slizewic, dedicato alla vita e alla fede dei tibetani cattolici, perseguitati come popolo e come comunità religiosa. Seguirà la visione del film di Diego D’Innocenzo e Marco Leopardi “Un mondo perfetto”, che mostra le comunità messicane dei Mennoniti al bivio tra tradizione e apertura alla modernità.

Nel corso della settimana, inoltre, la rappresentanza italiana di Religion Today farà tappa a Betlemme e incontrerà la municipalità di Gerusalemme per promuovere il suo progetto di ascolto nel segno di una società plurale.

Per informazioni: www.religionfilm.com
email: [email protected]

Condividi questa pagina