Capri, Hollywood – La musica protagonista

Certosa di San Giacomo e Auditorium di Capri, Cinema Paradiso di Anacapri - Dal 27 dicembre al 2 gennaio ‘08

"Capri,Hollywood" porta la grande musica alla Certosa di Capri e premia le due “rivelazioni” dell’anno, il crooner Mario Biondi e il tenore Vittorio Grigolo considerato dalla critica internazionale l’erede di Pavarotti, già dominatore delle classifiche discografiche mondiali e candidato al Grammy Award 2008. Entrambi riceveranno il Premio Capri Music Exploit award by Kimbo.

Con le due giovani stelle saranno protagonisti di una straordinaria serie di concerti nello splendido monumento trecentesco tra i simboli dell’isola azzurra anche Nicola Piovani, Eduardo Bennato, Andrea Mingardi e Raina Kabaivaska.

Il programma sarà aperto il 27 dicembre da Mario Biondi e il suo inseparabile High Five Quintet reduci dai trionfali concerti di Tokjo: in scaletta l’artista siciliano proporrà i brani che hanno già decretato il grande successo del recente album dal vivo “I Love You More”.

Il 28 dicembre grande appuntamento, tra cinema e musica da Oscar, con il maestro Piovani che riceverà il Capri Music Award By Fiuggi e terrà il suo “Concerto in Quintetto”, rivisitazione personale di brani scritti per film dei grandi autori italiani dai Taviani a Moretti, da Fellini a Benigni, da Bellocchio a Monicelli.
Sarà invece Edoardo Bennato il protagonista del concerto del 29 dicembre mentre il 30 dicembre toccherà ad Andrea Mingardi. Nella stessa serata il Capri Music Award “speciale” sarà consegnato a Raina Kabaivanska, in memoria di Luciano Pavarotti. Nel corso del gala, l’esibizione del famoso soprano verrà accompagnata dalla proiezione di un raro video del Maestro in un duetto tratto da “Tosca”, al fianco dell'amica di sempre Kabaivanska.

Il Capri Music Award nelle passate edizioni è stato assegnato proprio al maestro Luciano Pavarotti (1996) e in seguito a grandi stelle della musica italiana e internazionale come Renato Carosone, Tony Renis, Gino Paoli, Mogol, Edoardo Bennato, i Simply Red, Goran Bregovic, Andrea Mingardi.
Gran finale il primo gennaio con Vittorio Grigolo: il giovane tenore toscano che ha già conquistato platee e critica di Oltreoceano con la sua “Boheme” diretta da Placido Domingo al National Theatre di Washington, dal 21 dicembre in scena al Teatro dell'Opera di Roma con la "Vedova Allegra" per la direzione di Daniel Oren e la regia di Vincenzo Salemme. Grigolo proporrà alla Certosa di Capri un omaggio al grande Leonard Bernstein.

L'ingresso a tutti i concerti è gratuito.

Per informazioni sul festival: www.caprihollywood.com

Condividi questa pagina