Il ''Diario di un Vizio'' di Marco Ferreri

Spazio Oberdan (Milano) - Venerdì 18 gennaio, h. 21.15

Nell’ambito della rassegna dedicata a Marco Ferreri, lo Spazio Oberdan di Milano ripropone, venerdì 18 gennaio alle ore 21.15, Diario di un Vizio, il film diretto dal regista nel 1993 con, protagonisti, Jerry Calà (presente in sala) e Sabina Ferilli.

Il film:

Regia: Marco Ferreri; sceneggiatura: Marco Ferreri, Liliana Betti e Riccardo Ghione, da un’idea di L. Betti; fotografia: Mario Vulpiani; montaggio: Ruggero Mastroianni; scenografia: Tommaso Bordone; costumi: Maria Camilla Righi; musica: Gato Barbieri; suono: Giuseppe Muratori; interpreti: Jerry Calà (Benito), Sabrina Ferilli (Luigia), Massimo Bucchi (il prete), Valentino Macchi (Chiominto), Letizia Raineri (Marisa); Italia, 1993; durata: 90 min.

Venditore ambulante di detersivi male in arnese, Benito, 40 anni, vive al di sotto della soglia di povertà, abita in una sordida camera in affitto e frequenta aree degradate della capitale. E’ incantato dalle donne per le quali nutre una voglia inesauribile ed è innamorato di una giovane mora e formosa. In realtà, è un erotomane irreprimibile. Il film lo segue nella sua deambulazione solitaria e penosa mentre soddisfa l’esigenze del suo corpo, si abbandona alle sue fantasie, lotta con la propria indigenza economica, si ricovera in ospedale, batte la città in tram, si abbandona a pianti silenziosi o si annulla in un torpore quasi catatonico, di cui nessuno noterà l’assenza alla sua scomparsa. Ma il suo perenne smarrimento è contraddetto dall’attenzione e dalla curiosità nei confronti di ogni minuzioso aspetto della vita testimoniato da un diario che l’uomo ha tenuto e che viene ritrovato nel luogo in cui ha vissuto, dopo la sua morte, da alcuni imbianchini che stanno intonacando l’ambiente: come un artista ha annotato scrupolosamente le mortificazioni, l’angoscia, le pene d’amore, lo sfinimento, la libidine, le inarrestabili trasformazioni del suo corpo e i continui smottamenti della sua anima.

Condividi questa pagina