Ascanio Celestini: Parole sante

Il Cinema Italiano Visto da Milano - sabato 26 gennaio

All’interno del Festival Il Cinema Italiano Visto da Milano – VI edizione, Sabato 26 gennaio 2008 alle ore 21.00 sarà presentato in ANTEPRIMA il documentario di Ascanio Celestini Parole Sante. La proiezione sarà preceduta da un concerto jazz di Antonio Zambrini dedicato a Luca Flores.

Alle ore 17.00 inoltre verrà proposto il documentario di Sergio Basso Il viaggio di Gesù, il racconto di un uomo che ripercorre i luoghi della predicazione evangelica, la terra santa, e ne riporta i racconti degli individui che casualmente incontra, tracciando un ritratto ricco di contraddizioni dove la sacralità viene spesso violata dalla guerra.

Alle ore 19.00 verrà proiettato alla presenza del regista il primo film in concorso RIVELAZIONI: Fuori dalle corde di Fulvio Bernasconi.

Tutti gli appuntamenti di Sabato 26 gennaio

h 15.00:

L’ARIA SALATA (Italia, 2006, 87’)
Regia: Alessandro Angelini. Sceneggiatura: Angelo Carbone, Alessandro Angelini. Fotografia: Arnaldo Catinari. Montaggio: Massimo Fiocchi. Scenografia: Alessandro Marrazzo. Costumi: Daniela Ciancio. Musica: Luca Tozzi. Interpreti: Giorgio Pasotti, Giorgio Colangeli, Michela Cescon, Katy Louise Saunders, Sergio Solli, Paolo De Vita, Paolo Pierobon, Simone Colombari, Bruno Santini. Produzione: Bianca Film, Rai Cinema. Distribuzione: 01 Distribution.
Fabio è un giovane educatore che lavora con dedizione al reinserimento dei detenuti nella società. Un giorno un detenuto condannato per omicidio si siede a colloquio con lui. È Sparti, uomo dal carattere difficile, indurito ulteriormente dal carcere. L’incontro inaspettato con quest’uomo costringe Fabio a fare i conti con i fantasmi di un passato familiare rimosso, e a scontrarsi con la sorella Cristina, che non vuole riaprire vecchie ferite che mettano a repentaglio la tranquillità della loro vita attuale.

h 17.00: Il Viaggio di Gesù (Sergio Basso, 84’) - Il regista Sergio Basso sarà presente in sala.

IL VIAGGIO DI GESÙ (Italia, 2007, 84’)
Regia. Sergio Basso. Soggetto: S. Basso, Sergio Malatesta. Fotografia: Haim Asias. Montaggio: Stefano Chierchiè. Fonico: Orel Traitel. Consulente: Paola Caridi. Interpreti.: Valerio Binasco (narratore), Shadi El Assi, Salah Tamari, Ranin Alarja, Rawan Tahboub, Sayed Kashua, Nasri Atalla, Karuleen Bennett, Adel Misk, Assi Dayan, Padre Stefano De Luca, Mordechai Aviam, Edna Angelica, Calò Livnè, Sami Michael, Yakoub Shaheen, Ruchama Marton. Produzione: Fidia Film, Rai Cinema.
Duemila anni fa, un uomo, Gesù di Nazareth, figlio di un falegname, professò parole di pace, dialogo, fratellanza, tolleranza… e venne riconosciuto da molti come il Messia, da altri come profeta, da altri ancora venne messo in croce perché “rivoluzionario”. Oggi, i luoghi della sua predicazione sono teatro di guerra, incomprensione, ostilità, chiusura. Luoghi sacri alle tre religioni monoteiste unite e al tempo stesso divise da quel lembo di terra così “arido” e così spirituale. Oggi come duemila anni fa un uomo si mette in viaggio ripercorrendo le tappe principali di quel percorso evangelico. Tocca gli stessi luoghi visitati da milioni di pellegrini ogni anno, incontra le persone che li abitano: scrittori, musicisti, studenti, madri… Li incontra quasi per caso, in punta di piedi, per capire se la Parola ha ancora qualcosa da dire, qui, più che altrove, qui, dove tutto è nato. Cercando di capire se le contraddizioni siano un fallimento di Dio o un fallimento dell’uomo.

h 19.00: CONCORSO RIVELAZIONI – Fuori dalle corde (F. Bernasconi, 86’) - Il regista Fulvio Bernasconi sarà presente in sala.

FUORI DALLE CORDE
Italia/Svizzera, 2007, col., 86’
Regia: Fulvio Bernasconi. Sceneggiatura: Fulvio Bernasconi, Vincenza Consoli. Fotografia: Filip Zumbrunn. Montaggio: Milenia Fiedler. Scenografia: Fabrizio Nicora. Costumi: Ornella Campanale. Interpreti: Michele Venitucci, Maya Sansa, Juan Pablo Olgade, Vilim Matula, Mauro Serio, Claudio Misculin. Produzione: I.T.C. Movie, Bianca Film, RTSI, SRG SSR Idée Suisse, Rai Cinema, Arte.
Michele “Mike” Lo Russo, giovane pugile italiano, viene trasferito ad Amburgo, dove lo aspetta una carriera piena di promesse. Tutto sembra andare per il meglio fino al giorno in cui Lo Russo perde un combattimento e il suo manager decide di non rinnovargli il contratto. Mike si lascia allora sedurre dal mondo senza regole degli incontri di boxe clandestini, comincia a vincere e a guadagnare bene, ma presto si rende conto che non è quello l'universo al quale vuole appartenere, e che uscirne è più difficile di quanto si aspettasse.

h 21.00: Parole sante (A. Celestini, 72’) doc., anteprima
Concerto Jazz dal vivo di Antonio Zambrini Trio: A. Zambrini (pianoforte), Tito mangiavo Rantzer (contrabbasso), Ferdinando Faraò (batteria)
Al termine, degustazione vini d.o.c. della Lombardia


PAROLE SANTE (Italia, 2007, 72’)
Regia e sceneggiatura: Ascanio Celestini. Fotografia: Gherardo Gossi. Montaggio: Alessandro Pantano. Musica: Ascanio Celestini, Roberto Boarini, Matteo D’Agostino, Gianluca Casadei. Produzione e distribuzione: Fandango.
Vicino agli studi cinematografici di Cinecittà, a Roma, sorge una grande palazzina anonima, quasi un condominio, occupata ogni giorno da un esercito di lavoratori precari che lavorano presso il call center di una grande compagnia telefonica. Sono i nuovi poveri, lavoratori senza un futuro di cui Ascanio Celestini ricostruisce le forme di organizzazione, lotta, micidiale sfruttamento e isolamento da tutto: i sindacati, i partiti, la società, lo Stato. Attraverso la loro testimonianza disincantata e priva di rabbia, uno dei cantastorie più innovativi delle ultime stagioni compone un documentario in forma di ballata.
“Il documentario è un viaggio raccontato dai nuovi naufraghi del mondo del lavoro, i precari. […] Ascanio incontra le vittime di una guerra senza armi e senza soldati. Entra in questo collettivo autorganizzato. Un bell'esempio di vitalità politica, ma anche di assenza clamorosa di istituzioni e strutture. Il collettivo è l'unica arma di difesa di questi lavoratori perché i precari hanno solo doveri e nessuna rappresentanza sindacale. Sono fantasmi per i padroni ma anche per chi dovrebbe stare dalla loro parte." Boris Sollazzo, Liberazione.

PER LUCA FLORES
CONCERTO JAZZ DI ANTONIO ZAMBRINI TRIO
Antonio Zambrini (pianoforte), Tito Mangialajo Rantzer (contrabbasso) Ferdinando Faraò (batteria)
Il concerto precederà la proiezione, in anteprima per Milano, del documentario di Ascanio Celestini Parole sante.
Nel 2007, il cinema italiano ha celebrato con il film Piano solo la figura di Luca Flores, pianista jazz di fama internazionale prematuramente e tragicamente scomparso nel 1995. Così, in occasione del festival, anche noi abbiamo pensato di rendere omaggio con un concerto del trio Antonio Zambrini a questo grande e sfortunato musicista che, per usare le parole di Raffaello Pareti, amico e collega di Luca, «era un alchimista, un ingegnere della musica che costruiva le frasi in modo molto ricercato, con un’attenzione e una precisione quasi maniacali e una capacità di stare sul tempo come fluttuando, in una specie di surf sonoro».
Il trio di Antonio Zambrini, pianista e compositore milanese, collaboratore da anni della Cineteca Italiana, proporrà in questa occasione alcuni brani di Luca Flores, in particolare elaborazioni dei temi che Flores incise nei primi anni ‘90, con formazioni diverse, fortemente caratterizzate dalla presenza di grandi solisti attivi in quegli anni. L’intento è quello di riportare i brani all’ascolto in una luce omogenea, con un approccio collettivo da parte dei tre interpreti, i quali rileggeranno il materiale con il maggior rigore possibile, pur filtrandolo con la propria sensibilità.


Info per il pubblico, sale di proiezione e modalità di accesso :

Spazio Oberdan – Viale Vittorio Veneto 2, Milano
Ingresso: biglietto € 2 con Cinetessera (€ 3)
Abbonamento a tutti gli spettacoli, esclusa la serata finale: € 10
Le proiezioni dei film in concorso sono a ingresso libero con Cinetessera
Le prenotazioni per l’ingresso libero alle serate speciali indicate in calendario possono essere fatte fino a 24 ore prima dell’evento telefonando al 346.943.72.93 in orario d’ufficio (9.30-13; 14.30 18)

Museo del cinema “Gianni Comencini”
Via Daniele Manin 2/b, Milano. Tel. 02.655.49.77
Ingresso libero con Cinetessera

Area Metropolis 2.0 – Via Oslavia 8, Paderno Dugnano
Tel. 02.918.91.81
Ingresso libero con Cinetessera

www.cinetecamilano.it

Condividi questa pagina