Il cinema italiano oggi

Giornata di incontri e confronti - Spazio Oberdan, sabato 2 febbraio 2008

Cuore e preziosa chiosa della sesta edizione del festival IL CINEMA ITALIANO VISTO DA MILANO 2008, organizzato da Fondazione Cineteca Italiana, sarà, sabato 2 febbraio, un importante convegno (diviso tra mattina e pomeriggio) dal titolo “Cinema italiano oggi. Il sentimento della realtà” , coordinato da Giorgio Gosetti e alla presenza di Gaetano Blandini, Direttore Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Proseguendo una felice tradizione degli ultimi anni, la Fondazione Cineteca Italiana di Milano dedica la sua prima iniziativa dell’anno proprio al cinema italiano e la chiude con una “Giornata di Lavoro” aperta a chi vive e lavora nel settore dell’audiovisivo, ma anche a tutti coloro che si lasciano ancora appassionare dal cinema.

Se il 2007 è stato un anno importante per il cinema italiano (dai provvedimenti di legge al movimento dei 100 autori, dal riconquistato rapporto con il pubblico ai dibattiti ideali sui grandi quotidiani, dai successi internazionali alle nuove polarizzazioni locali), come sarà il 2008?

Se l’arte e il cinema sono specchio (per somiglianza o per distorsione) della società che si trasforma, la giornata di incontri e confronti proposta da Cineteca Italiana intende offrire uno spazio di riflessione e di proposta su alcuni temi di cambiamento del nostro cinema.
Portare questa discussione davanti al pubblico degli appassionati di cinema, lontani dalle sedi tradizionali e ufficiali, senza paura di critiche e confronti “forti” e di un linguaggio accessibile a tutti, è un’occasione da non perdere perché il “Sentimento della Realtà” che pervade di nuovo il nostro cinema trovi risposte tra le istituzioni, le associazioni di categoria, le realtà produttive, il pubblico.

Sul filo di questa riflessione Fondazione Cineteca Italiana propone una giornata di lavoro coordianta da Giorgio Gosetti e suddivisa in quattro confronti aperti e due interventi d’autore cui farà seguito una discussione generale. Tra gli invitati all’incontro molti hanno già confermato la loro adesione; altri (come Gabriele Salvatores) faranno il possibile per essere presenti dato l’impegno con i propri film in fase avviata di preparazione; altri ancora come gli appartenenti al Movimento dei 100 Autori e le categorie professionali saranno comunque presenti con una delegazione.

L’appuntamento di Milano si candida quindi a diventare osservatorio e spazio aperto per il monitoraggio costante delle trasformazioni, evoluzioni – o involuzioni – del nostro cinema in un passaggio determinante della sua storia.

Sabato 2 febbraio 2008: MATTINA

  • Ore 10.00 Saluti Istituzionali e Relazione Introduttiva
    interviene Giorgio Gosetti
  • Ore 10.15 Confronto: IL SENSO DELLO STATO
    interviene Gaetano Blandini
  • Ore 11.15 Confronto: LE RAGIONI DEL FARE
    in rappresentanza del Movimento 100 Autori interviene Valerio Jalongo
  • Ore 12.15 La lezione di Carlo Lizzani
  • Ore 13.00 Buffet gratuito per tutti i presenti

Sabato 2 febbraio: POMERIGGIO

  • Ore 15.00 Confronto: IL MODELLO LOCALE: l’esperienza del Nord Est
    interviene Piero Colussi
  • Ore 15.45 Confronto: UN ALTRO MODO E’ POSSIBILE
    intervengono Davide Ferrario, Giorgio Diritti, Marco Bellocchio
  • Ore 17.30 Conclusioni


Ingresso libero

Info per il pubblico:

Spazio Oberdan – Viale Vittorio Veneto 2, Milano - www.cinetecamilano.it

Condividi questa pagina