Woody Allen: Un omaggio in 8 film

Spazio Oberdan: dal 6 febbraio al 2 marzo 2008

La Fondazione Cineteca Italiana dal 6 febbraio al 2 marzo 2008 presenterà allo Spazio Oberdan una rassegna che attraversa la produzione filmica di Woody Allen più orientata su toni e contenuti drammatici.

Racconti più meditati mostrano l’altro lato della comicità di Allen, dove la tristezza dell’uomo viene espressa attraverso toni diversi dai consueti nonsense smaccatamente paradossali. I temi ricorrenti del suo cinema – come la psicanalisi, i rapporti di coppia, l’amore, il sesso e la mancanza di sentimenti veri – sono trattati in questi film non tanto con arguta ironia, ma piuttosto con tono malinconico, riflessivo, intimista, crepuscolare.
La sceneggiatura e gli attori strutturano i film dove il centro dell’azione sono la parola e i dialoghi e dove i personaggi svelano la loro personalità, il loro carattere cerebrale, confuso, nevrotico, introspettivo, debole.
Gli otto film presentati nel corso della rassegna costruiscono un “ideale percorso della crisi”, i cui modelli espressivi direttamente citati sono Bergman e Fellini: l’ipocrisia dei sentimenti e i meschini sotterfugi che legano e separano uomini e donne, padri e figli (Hannah e le sue sorelle, Interiors), gli amori inconcludenti e la radiografia della coppia (Settembre, Mariti e mogli), la riflessione esistenziale (Un’altra donna), l’empasse creativa di un regista costretto a confrontarsi con il pubblico e con le donne della sua vita, sue muse ispiratrici (Stardust Memories), il dramma di coscienza tinto da commedia amara (Crimini e misfatti), il problema morale e l’assoluta casualità del vivere umano (Match Point).


Calendario delle proiezioni:

Gio. 14 feb. h 19/Sa. 23 feb. h 17
Un’altra donna
R. e sc.:W. Allen. Int.:Gena Rowlands, Ian Holm, Gene Hackman, Mia Farrow. USA, 1988, col., 84’.
Ascoltando involontariamente una seduta psicanalitica nell’appartamento vicino, una donna entra in crisi di autocoscienza, scopre di essere diversa da come pensava e decide di “ricominciare” una nuova vita.

Sa. 9 feb. h 21.30/Me. 20 feb. h 19
Crimini e misfatti
R. e sc.: W. Allen. Fot.: Sven Nykvist. Mont.: Susan E. Morse. Int.: W. Allen, Martin Landau, Mia Farrow, Anjelica Huston, Alan Alda, Jerry Orbach, Sam Waterston. USA, 1989, col., 104’.
Un maturo e stimato professionista con moglie e figli che fa uccidere da un sicario la sua amante fattasi troppo invadente; un documentarista senza successo e con matrimonio in crisi che vede la donna di cui si è innamorato preferirgli suo cognato, uomo vacuo e di successo. Solo alla fine le due storie si incrociano, per un’amarissima riflessione sul teatro della vita.

Gio. 21 feb. h 21.30/Do. 24 feb. h 15
Hannah e le sue sorelle
R. e sc.:W. Allen. Fot.: Carlo di Palma. Mont.: Susan E. Morse. Int.: W. Allen, Mia Farrow, Michael Caine, Barbara Hershey, Maureen O’Sullivan, Dianne West, Max von Sidow. USA, 1986, col., 106’.
Tre sorelle a Manhattan: la prima, Hannah, ha dedicato la sua vita alla famiglia; la seconda, Holly, divorziata e inquieta, cerca di ridare un senso alla sua vita; la più giovane, Lee, vive con un maturo artista suo pigmalione. Gli uomini che girano intorno alle tre donne, fragili e confusi, creano loro soltanto problemi, ma alla fine ognuno sembra ritrovare la strada smarrita.

Gio. 7 feb. h 19/Sa. 16 feb. h 15
Interiors
R. e sc.:Woody Allen. Int.:Diane Keaton, Kristin Griffith, Mary Beth Hurt, Richard Jordan, E. G. Marshall. Usa, 1978, col., 91’, Beta.
Una ricca famiglia entra in crisi quando il padre annuncia la sua decisione di andarsene di casa. La separazione provvisoria diventa poi una fuga provocando la depressione della moglie e il dolore delle tre figlie.

Me. 6 feb. h 21.30/Sa. 16 feb. h 19
Mariti e mogli
R. e sc.:Woody Allen. Int.:W. Allen, Mia Farrow, Sydney Pollack, Judy Davis, Juliette Lewis, Liam Neeson. Usa, 1992, col., 108’.
Gabe Roth, professore di letteratura, e sua moglie Judy, che lavora per una rivista d’arte, sono sposati da 10 anni, e apparentemente sono felici. Il loro matrimonio entra in crisi la sera in cui i loro migliori amici, Jack e Sally, annunciano con disinvoltura di aver deciso di separarsi.

Sa. 23 feb. h 21.30/Sa. 1 mar. h 19
Match Point
R. e sc.: W. Allen. Int.: Scarlett Johansson, Jonathan Rhis-Meyers, Brian Cox, Emily Mortimer. USA, 2005, col., 124’.
Chris Wilton è un giovane ex tennista che fa il maestro di tennis a Londra in un club molto esclusivo. Qui conosce il ricco Tom Hewett e sua sorella Chloe, che si innamora subito di lui. I due si fidanzano, si sposano e il ricco padre della ragazza inserisce il genero nella sua attività finanziaria. Ma Chris ha iniziato nel frattempo una relazione con Nola, aspirante attrice americana, che quando rimane incinta pretende che lui lasci la moglie.

Me. 6 feb. h 19/Do. 2 mar. h 15
Settembre
R. e sc.:Woody Allen. Int.:Denholm Elliott, Mia Farrow, Dianne Wiest, Elaine Stritch, Sam Waterston. Usa, 1987, col., 87’.
Un gruppo di persone trascorrono alcuni giorni di vacanza in una villa del Vermont. Sono legati da vincoli di parentela o di amicizia. La proprietaria è Lane, una giovane donna depressa, innamorata di Peter, uno scrittore, che tenta invano di finire una biografia su Diane, ex-diva madre di Lane, che si trova lì per un periodo con il secondo marito.

Sa. 9 feb. h 17/Do. 17 feb. h 15
Stardust Memories
R. e sc.:Woody Allen. Int.:W. Allen, Charlotte Rampling, Jessica Harper, Marie-Christine Barrault. Usa, 1980, b/n, 85’, Beta.
Ritratto di un attore-regista di commedie, Sandy Bates, un po’ nevrotico e molto depresso in crisi sentimentale e professionale che si trova allo “Stardust Hotel”, nel New Jersey, ed è costretto ad affrontare un dibattito con il pubblico alla fine della proiezione di un suo film molto sopravvalutato.

INGRESSO: Biglietto 3/5 euro + cinetessera

Info per il pubblico: biglietteria Spazio Oberdan, tel. 02.7740.6300

Condividi questa pagina