Speciale documentari italiani

Museo del Cinema (Milano) - Da venerdì 8 febbraio a venerdì 7 marzo

In seguito ad un accordo stipulato con Rai Cinema, la Fondazione Cineteca Italiana presenterà al Museo del Cinema (Milano - via Manin 2/b) dall’8 febbraio al 7 marzo, ogni venerdì, un documentario italiano. I cinque titoli (tutti del 2007, tranne quello di Vincenzo Marra che è datato 2006) sono stati proiettati nel corso del festival “Il cinema italiano visto da Milano”, da poco conclusosi. I film, che verranno conservati negli archivi della Cineteca Italiana e saranno messi a disposizione di chiunque (esercenti, cineclub, associazioni culturali etc etc) vorrà programmarli in sala, sono: Madri di Barbara Cupisti, In fabbrica di Francesca Comencini, Il nostro Rwanda di Cristina Comencini, Il viaggio di Gesù di Sergio Basso, L’udienza è aperta di Vincenzo Marra.

Il Museo del Cinema è lieto di aderire a questa iniziativa a sostegno del documentario italiano di qualità, offrendo a chi non l’avesse già fatto durante il festival, la possibilità di vedere opere difficilmente reperibili.

Per informazioni sul prestito delle copie: tel. 02.2900.5659, [email protected]

Schede dei film:

IN FABBRICA (Italia, 2007, 74’)
Regia: Francesca Comencini. Sceneggiatura: Michele Astori, F. Comencini. Fotografia: Valerio Azzali. Montaggio: Massimo Fiocchi. Musica: Brani: Tremarella (C. Rossi, G. Alicata, E. Vianello) cantata da Edoardo Vianello; Kusiyavana, Akalari Bomba (Ida Kelarova con Czech & International Stars of Ethnic Music); Via del Campo (F. De Andrè, E. Jannacci) eseguita da Chat Noir. Produzione: Rai Cinema, OffSide.
Omaggio al lavoro e alla professionalità degli operai italiani di ieri e di oggi, che attraverso le loro testimonianze dirette, sullo sfondo di vecchie e nuove immagini di repertorio, ci raccontano il lavoro, le aspirazioni, le sconfitte e le speranze che hanno animato la coscienza operaia del Novecento, dall'Italia contadina a quella del miracolo economico, dalle lotte dell'autunno caldo ai 35 giorni di sciopero serrato alla Fiat, fino ai giorni nostri.

MADRI
(Italia, 2007, 90’)
Regia e sceneggiatura: Barbara Cupisti. Fotografia: Eyal Zahavi, Raed Al Helou. Montaggio: Francesca Mor. Musica: Francesco Cerasi. Interpreti: Nitza Shapira, Yael Mesheiker, Iman Al-Massri, Sarit Bargur, Aviva Razel. Produzione: Rai Cinema, Digital Studio. Distribuzione: 01 Distribution.
Raccolta di testimonianze di vita, momenti quotidiani, filmati di repertorio e materiale video privato di madri israeliane e palestinesi, tutte di estrazione culturale e sociale differente, ma che, in una terra dilaniata da una guerra infinita, sono accomunate dal vivere nel terrore di non veder rientrare a casa i propri figli. Storie di dolore e di rabbia in una terra dove il sentimento del perdono non esiste, ma esiste “Parents Circle”, l'organizzazione che riunisce genitori di vittime palestinesi e israeliane che ci fa capire come si stia tentando di migliorare il futuro delle nuove generazioni.

IL NOSTRO RWANDA
(Italia, 2006, 47’)
Regia e soggetto: Cristina Comencini, Carlotta Cerquetti. Fotografia: Michela Guberti. Montaggio: Letizia Caudullo, Patrizio Marone. Produzione: Cattleya. Distribuzione: Rai Cinema.
Un documentario per raccontare il viaggio di un gruppo di studenti romani (accompagnati dal Sindaco di Roma Walter Veltroni) che, dopo aver raccolto i fondi per la costruzione di una scuola e di un acquedotto a Gatare, partono alla volta del Rwanda per presenziare all'inaugurazione dei lavori. La delegazione scopre la bellezza di un paese e la dignitosa vitalità
del suo popolo, ma anche le reali ragioni di una guerra etnica dagli esiti terribili. Arricchiti da una nuova consapevolezza e da nuovi, forti legami, i ragazzi ripartono, certi di tornare presto in quei luoghi. Le testimonianze dei sopravvissuti parlano di un genocidio che ha colpito tutta la popolazione e che affonda le sue radici nel passato coloniale.

L’UDIENZA E’ APERTA
(Italia 2006, 75’)
Regia e sceneggiatura: Vincenzo Marra. Produzione: V. Marra in collaborazione con Rai Cinema.
Una giornata tipo in un tribunale di Napoli. I protagonisti sono un giudice d’appello di settant’anni, il giudice a latere Elena, donna dinamica e piena d’energia, eil più grande avvocato penalista napoletano. Sono tutti impegnati a risolvere un processo di camorra, ma il film è anche un viaggio all’interno della giustizia italiana.

IL VIAGGIO DI GESÙ
(Italia, 2007, 84’)
Regia. Sergio Basso. Soggetto: S. Basso, Sergio Malatesta. Fotografia: Haim Asias. Montaggio: Stefano Chierchiè. Fonico: Orel Traitel. Consulente: Paola Caridi. Interpreti.: Valerio Binasco (narratore), Shadi El Assi, Salah Tamari, Ranin Alarja, Rawan Tahboub, Sayed Kashua, Nasri Atalla, Karuleen Bennett, Adel Misk, Assi Dayan, Padre Stefano De Luca, Mordechai Aviam, Edna Angelica, Calò Livnè, Sami Michael, Yakoub Shaheen, Ruchama Marton. Produzione: Fidia Film, Rai Cinema.
Duemila anni fa, un uomo, Gesù di Nazareth, figlio di un falegname, professò parole di pace, dialogo, fratellanza, tolleranza… e venne riconosciuto da molti come il Messia, da altri come profeta, da altri ancora venne messo in croce perché “rivoluzionario”. Oggi, i luoghi della sua predicazione sono teatro di guerra, incomprensione, ostilità, chiusura. Luoghi sacri alle tre religioni monoteiste unite e al tempo stesso divise da quel lembo di terra così “arido” e così spirituale. Oggi come duemila anni fa un uomo si mette in viaggio ripercorrendo le tappe principali di quel percorso evangelico. Tocca gli stessi luoghi visitati da milioni di pellegrini ogni anno, incontra le persone che li abitano: scrittori, musicisti, studenti, madri…

Calendario delle proiezioni:

Febbraio 2008

Ven. 8 - h 15.30 e 17.30 Il viaggio di Gesù (S. Basso)

Ven. 15 - h 15.30 e 17.30 Madri (B. Cupisti)

Ven. 22 - h 16, 17 e 18 Il nostro Rwanda (C. Comencini)

Ven. 29 - h 15.30 e 17.30 In fabbrica (F. Comencini)

Marzo 2008

Ven. 7 - h 15.30 e 17.30 L’udienza è aperta (V. Marra)

Ingresso: bambini 2 euro, adulti 3 euro
Prenotazioni:
Museo del Cinema, tel 02.655.49.77 (aperto venerdì, sabato e domenica dalle 15 alle 19)

Condividi questa pagina