Arthur Schnitzler e il cinema

Trieste (Cinema Ariston), 12 marzo - 2 aprile 2008

La retrospettiva Girotondo. Arthur Schnitzler e il cinema, curata da Clara Buonanno e Francesco Pitassio, dopo le tappe di Udine, Pordenone e del Trieste Film Festival, giunge all’ultimo appuntamento.

In concomitanza con la mostra Arthur Schnitzler: amori e affetti, lo schermo del Cinema Ariston accoglie i personaggi di due delle più celebri opere del letterato viennese, protagonisti della stessa mostra: Girotondo (1896-97) e La signorina Else (1923). Due testi determinanti nella conoscenza di Schnitzler: da un lato, dieci dialoghi teatrali, articolati in un cerchio ineluttabile in cui la voluttà sessuale lega nell’effimero l’un l’altra figure di tutte le classi sociali, per poi travolgerle; dall’altro, una prosa fondata sul monologo interiore della giovane protagonista, imbrigliata nelle corrotte norme della borghesia viennese del primo dopoguerra.

Le quattro pellicole presentate propongono differenti approcci alla scrittura dell’autore di Doppio sogno. La signorina Else di Paul Czinner, realizzata nel 1929 con la diretta collaborazione dello scrittore, vince la scommessa impossibile della traduzione del monologo interiore con sinuosi movimenti di macchina e l’interpretazione eccezionale di Elisabeth Bergner. Un’operazione uguale e contraria a quella intrapresa sessant’anni dopo da Syberberg: la sua Signorina Else (1987) è interamente affidata alla sconvolgente forza di attrice di Edith Clever, protagonista assoluta. La Ronde (1950) disegna sulla pellicola un’affinità elettiva: quella tra la malinconia affettuosa di Max Ophuls e il cinismo sorridente di Arthur Schnitzler. Più di cinque decenni dopo, i profili giovanili degli allievi della scuola di cinema berlinese si intrecciano in Berliner Reigen (2006), diretti dal loro docente nell’ambiente algido della metropoli tedesca contemporanea.

INFO:
Alpe Adria Cinema
via Donota 1 - Trieste
Tel.: 040 34 76 076
Email: [email protected]
Web: www.alpeadriacinema.it

Condividi questa pagina