Venezia 2008: prime nomine

Nominati i Selezionatori e i Consulenti della 65^ Mostra del Cinema di Venezia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo


Definiti i nomi dei Selezionatori e dei Corrispondenti che affiancheranno il Direttore del Settore Cinema della Biennale di Venezia Marco Müller. Assieme a Enrico Magrelli, braccio destro del Direttore per la programmazione culturale, quindici persone parteciperanno al lavoro di selezione e ricerca dei film della 65. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, in programma dal 27 agosto al 6 settembre 2008.

La Commissione di Selezione 2008 è composta da: Violetta Bellocchio(1977), Paolo Bertolin (1976), Marie-Pierre Duhamel (1952), Claudio Masenza (1945) e Alberto Pezzotta (1965).

I consulenti e corrispondenti per il mondo sono invece: Maria Barbieri e Maria Ruggieri (Cina), Luciano Barisone (Sud America e America Centrale), Dora Bouchoucha (Africa e mondo arabo), Cecilia Cossio (India), Fabio Fumagalli (Austria, Benelux, Portogallo, Svizzera), Eleonora Granata Jenkinson (Nord America), Babak Karimi (Iran), Alëna Shumakova (Balcani, Europa dell'Est e territori dell'ex-URSS), Mikiko Tomita (Giappone).


Note biografiche
:

Enrico Magrelli (programmazione culturale)
Enrico Magrelli (Cascia – PG, 1953), giornalista e critico cinematografico, è uno degli autori e conduttori del programma quotidiano di Radiotre Hollywood Party. Come autore televisivo ha firmato popolari programmi di varietà (tra gli altri, alcune edizioni di Domenica in, del Festival di Sanremo e di sette edizioni del Concerto di Natale in Vaticano) e programmi dedicati al cinema. Dal 1979 al 1982 ha fatto parte dello staff di Carlo Lizzani alla Mostra del Cinema di Venezia. Dal 1988 al 1990 è stato Direttore della Settimana della Critica del Festival di Venezia. Nel 1991 è stato braccio destro di Guglielmo Biraghi a Venezia. Ha scritto monografie su Robert Altman, Roman Polanski, Nanni Moretti. Ha curato una dozzina di libri dedicati, tra gli altri, a Pier Paolo Pasolini, Marilyn Monroe, Rainer Werner Fassbinder, Nagisa Oshima, Satyajit Ray.

Violetta Bellocchio (selezionatrice)
Violetta Bellocchio (Milano, 1977) è una delle voci più ascoltate della giovane critica. Ha lavorato per [duel], Rai Radio2, Grazia e Rolling Stone. Il testo critico più recente a cui ha partecipato è Pennebaker Associates. Cinema musica e utopie (a cura di Luca Mosso per Agenzia X). Per due edizioni (2001/2002 e 2003/2004) ha fatto parte dello staff del dizionario Il Mereghetti (Baldini&Castoldi).
Ha pubblicato alcuni racconti, gli ultimi compresi in Ho visto cose... (BUR 24/7) e Ai Confini Della Realtà (Mondadori Strade Blu).

Paolo Bertolin (selezionatore)
Paolo Bertolin (Castelfranco Veneto - TV, 1976) è stato il primo italiano ammesso al Young Film Critics Traineeship Project dell’International Film Festival Rotterdam. Dopo aver passato un anno accademico presso l’University of California (Berkeley) e un semestre estivo presso la Korea University di Seoul, si è dedicato all’attività di critica e giornalismo cinematografico, occupandosi prevalentemente di cinematografie dell’Asia orientale e meridionale. Ha pubblicato numerosi articoli su testate italiane (il manifesto, Cineforum, Panoramiche, Duellanti) e internazionali (The Korea Times, The Jakarta Post, Senses of Cinema, Cinemaya, Positif). Ha collaborato con la Semaine de la Critique del Festival di Cannes e il Far East Film Festival di Udine.

Marie-Pierre Duhamel (selezionatrice)
Marie-Pierre Duhamel (Parigi, 1952), sceneggiatrice, critica cinematografica, produttrice indipendente, docente di cinema e documentario. Ha scritto saggi e articoli per le riviste Vertigo, Cahiers du cinéma, Positif, Images documentaires. Ha curato retrospettive e omaggi su Vittorio De Seta, Zhang Yuan, Marco Bellocchio, Amos Gitai, Elie Suleiman, Victor Erice, Omar Amiralay, Alexander Kluge, Lav Diaz, Jim McBride e Shirley Clarke. Ha collaborato con numerosi festival internazionali di cinema, tra cui la Mostra del Cinema di Venezia, il Festival di Locarno, il Festival di Torino e il Festival dei Popoli di Firenze. Dal 2004 dirige il Festival Internazionale Cinéma du Réel di Parigi.

Claudio Masenza (selezionatore)
Claudio Masenza (Roma, 1945) è stato autore per la Rai di numerose rubriche cinematografiche (Cinema!, Cinema è..., Effetto cinema) e monografie televisive (Hitchcock- Il brivido del genio; Marilyn – L’ultima verità; Hollywood, i ribelli : Montgomery Clift, Marlon Brando, James Dean...). Ha scritto e condotto con Serena Dandini il gioco cinematografico di Raitre Producer. Per tre anni a Raitre è stato autore di Parla con me. Ha curato rassegne per RomaEuropa e scrive per Ciak e Il venerdì. Dal 2004 è selezionatore per la Mostra del Cinema di Venezia.

Alberto Pezzotta (selezionatore)
Alberto Pezzotta (Milano, 1965) è ormai riconosciuto fra i protagonisti della nuova critica. Inizia a scrivere recensioni nel 1984. Come critico cinematografico, ha collaborato al Corriere della sera, Ciak, Segnocinema, al dizionario Il Mereghetti e alle enciclopedie più importanti. Ha curato retrospettive per alcuni festival italiani. Ha scritto una decina di libri, tra cui La critica cinematografica (Carocci), Mario Bava e Clint Eastwood (Il castoro), Regia: Damiano Damiani (Cec), Tutto il cinema di Hong Kong (Baldini&Castoldi). Ha tradotto numerosi romanzi dall'inglese e dal francese.

Maria Barbieri (consulente/corrispondente: Cina)
Maria Barbieri (1956) vive e lavora in Cina dall’inizio degli anni ’80. Attualmente residente a Shanghai, è titolare della società Sinema Ltd. che offre servizi di consulenza all’industria cine-televisiva. Fondatrice di un film club specializzato nella proiezione di cinema cinese per la comunità straniera di Shanghai. Collabora con Filmitalia e con Rai Trade per la promozione del cinema italiano in Cina.

Luciano Barisone (consulente: Sud America e America Centrale)
Luciano Barisone, animatore di cineclub, giornalista, critico cinematografico, crea nel 1990 la rivista Panoramiche, di cui è il direttore. È curatore di monografie su Catherine Breillat, Robert Guédiguian, Clint Eastwood, Naomi Kawase, Nicolas Philibert, Sydney Pollack. Dal 1985 è responsabile del settore cinema della Saison Culturelle, organizzata dalla regione autonoma della Valle d’Aosta. Dal 1997 collabora con numerosi festival internazionali di cinema. Nel 2002 crea l’Alba International Film Festival, di cui fino al 2007 è il direttore. Nel 2008 assume la direzione del Festival dei Popoli di Firenze.

Dora Bouchoucha (consulente/corrispondente: Africa e mondo arabo)
Dora Bouchoucha, produttrice e organizzatrice di cultura cinematografica. Nata a Tunisi, ha avuto un ruolo chiave nella produzione e promozione di numerosi film arabi e africani a partire dal 1994. Ha prodotto e co-prodotto documentari, cortometraggi e lungometraggi sia in Tunisia che all’estero, fondando nel 1995 la società di produzione tunisina Nomadis Image. Ha organizzato mercati del film e officine di progetti. Si è occupata attivamente del Carthage International Film Festival in Tunisia. Ha fatto parte delle giurie di numerosi festival cinematografici internazionali ed è membro permanente del consiglio del mercato CineMart del Festival Internazionale di Rotterdam. Per il Marocco è anche direttore agli studi e partner di Media Film Development (MDF) un programma finanziato dalla Comunità Europea per la formazione professionale.

Cecilia Cossio (consulente: India)
Ricercatrice di Lingua e letteratura hindi presso il Dipartimento di Studi Eurasiatici di Ca’ Foscari dal 1981 al 2006. Si occupa da oltre vent’anni di cinema hindi e indiano e cura la sezione India del sito web AsiaMedia. Tra le sue pubblicazioni: Il settimo cavallo del sole: un romanzo, un film, una lunga storia (1995); Cinema hindi degli anni cinquanta: un’introduzione (1998); L’amor profano ovvero la cortigiana nel cinema hindi (1999); Cinema in India. Lo strano caso di Shashi Kapu (2005).

Fabio Fumagalli (consulente/corrispondente: Austria, Benelux, Portogallo, Svizzera)
Fabio Fumagalli, nato a Lugano nel 1937, critico cinematografico, membro dell’Associazione Svizzera dei Giornalisti cinematografici. Ha collaborato con la Gazzetta Ticinese, la Radio della Svizzera Italiana, il settimanale Azione, la Televisione della Svizzera Italiana. Nel 1980 entra a far parte della Commissione Artistica e di quella Esecutiva del Festival Internazionale del Film di Locarno. Si occupa da allora della programmazione e degli orientamenti culturali ed organizzativi del festival fino all’edizione del 2000. Dal 1996 è membro della Commissione Culturale Cantonale, dove rappresenta (in qualità di Presidente della Sottocommissione) il lavoro per il sostegno al cinema di qualità.

Maria Ruggieri (consulente/corrispondente: Cina)
Si è laureata in Lingua e Letteratura cinese presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia nel 1998 con una tesi dal titolo Sun Yu: Un Regista nella Cina degli Anni ’30. Ha continuato i suoi studi di cinematografia presso la Beijing Film Academy (1998-2000), è stata consulente per festival e rassegne di cinema in Italia. Suoi articoli sul cinema cinese contemporaneo, e in particolare sui registi della Quinta e Sesta Generazione sono apparsi su riviste di cinema in Italia.

Eleonora Granata Jenkinson (consulente/corrispondente: Nord America)
Eleonora Granata Jenkinson continua il lavoro per la Mostra svolto con successo negli anni 2004-2007. Recentemente ha lavorato come consulente per la United Artists. In passato è stata consulente/corrispondente dagli Stati Uniti anche per i Festival di Locarno e di Taormina. Negli Stati Uniti, in precedenza, ha ricoperto il ruolo di vice presidente dell’area acquisti e produzioni della società americana Pandora Cinema e di vice presidente e responsabile degli acquisti e co-produzioni della Turner Pictures. Ha iniziato la sua carriera nella società di distribuzione italiana RCS Films & Tv, dopo aver studiato a Milano economia e legge e aver conseguito un dottorato in Scienze Politiche e Diritto Internazionale. E’ stata responsabile della selezione dei lungometraggi in concorso per il Festival Internazionale del Cinema di Miami 2007.

Babak Karimi (consulente: Iran)
Babak Karimi, montatore cinematografico, nato a Praga nel 1960 da genitori iraniani, si trasferisce in Italia nel 1971. Ha collaborato con diversi registi tra cui: Abbas Kiarostami, Babak Payami, Pasquale Scimeca, Costanza Quatriglio, Vera Belmònt, Mehrdad Oskouei, Maurizio Zaccaro. È stato docente di montaggio presso il Centro Sperimentale di Cinematografia (Roma), l’Istituto per le Arti e le Scienze dell´immagine (L´Aquila) e Barbarano Film School. Ha scritto i dialoghi e i sottotitoli italiani di decine di film iraniani, tra i quali quelli di Kiarostami, Makhmalbaf, Panahi, Jalili ed altri.

Alëna Shumakova (consulente/corrispondente: Balcani, Europa dell'Est e territori dell'ex-URSS)
Alëna Shumakova, nata a Mosca, in Italia dal 1991, si laurea all'Università di Urbino e si specializza in cinema presso l’ Istituto di studi culturali a Mosca. Dal 1998 al 2000 collabora con diverse istituzioni teatrali russe e al Festival dei Teatri di Santarcangelo. Continua a tradurre e recensire le opere di autori teatrali e del cinema contemporanei, tra cui Rezo Gabriadze e Ivan Vyrypaev (finalista UBU), Aleksandr Sokurov. Si dedica allo studio del cinema sovietico, curando varie rassegne e retrospettive. Dal 2000 al 2004 si occupa presso la Cineteca di Bologna del fondo Italia-URSS, la più grande raccolta di pellicole sovietiche in Occidente. Dal 2004 è stata consulente/corrispondente alla Mostra del Cinema di Venezia per il cinema russo e delle ex-repubbliche URSS e ha curato nel 2006 assieme a Marco Müller la retrospettiva dedicata al musical sovietico. Si sta specializzando dal 2004 sul cinema di propaganda sovietico e sta preparando un libro sul cinema polischermico russo. Sta ultimando la tesi di dottorato con il Prof. Kirill Razlogov (autore di numerosi libri tra cui la più prestigiosa Storia del cinema russo), presso l’Istituto di ricerche sulla cultura a Mosca.

Mikiko Tomita (consulente/corrispondente: Giappone)
Anche Mikiko Tomita continua il lavoro svolto con successo nel quadriennio 2004-2007, nata a Karatsu in Giappone, inizia la sua carriera come curatrice alla Nippon Audio-Visual Library. Nel 1989 è tra i fondatori del Festival del Documentario di Yamagata. E’ stata curatrice per il National Film Centre di Tokyo, si è occupata di restauro presso la UCLA Film & TV Archive ed ha selezionato i film dei primi anni della cinematografia giapponese per il Gosfilmofond – Russia. In Giappone ha curato la programmazione e l’organizzazione di molte retrospettive, tra cui la retrospettiva sulla Lenfil’m e su Robert Bresson. E’ stata consulente/corrispondente per diversi festival cinematografici internazionali come Rotterdam, Locarno e il Festival Cinéma du Réel di Parigi.

Condividi questa pagina