Cinema e letteratura al Grinzane cinema

Stresa, 9 – 12 aprile 2008

Torna a Stresa il Festival Grinzane Cinema da mercoledì 9 a sabato 12 aprile 2008 con quattro giornate dedicate al rapporto tra cinema e letteratura. Proiezioni di film tratti da opere letterarie, approfondimenti di celebri romanzi prestati al grande schermo, seminari su personaggi e aspetti d’interesse per il cinema e la letteratura, ma anche incontri con celebri protagonisti del mondo dello spettacolo, della cultura e dell’informazione.

Nata nel 2003, da un’idea del presidente del Premio Grinzane Cavour, Giuliano Soria, la kermesse per questa sesta edizione, si avvale della direzione artistica di Gianni Canova, Stefano Della Casa e Arnaldo Colasanti.

Ogni anno inoltre, una Giuria internazionale, presieduta da Liliana Cavani che succede nella carica ad Alain Robbe-Grillet, recentemente scomparso, attribuisce quattro riconoscimenti.

Per il 2008 questi i vincitori:

Premio alla letteratura, a Blake Nelson per il romanzo Paranoid Park da cui è stato tratto l’omonimo film di Gus Van Sant;

Premio al cinema, a Giuliano Montaldo per la regia dei suoi film tratti da opere letterarie;

Premio speciale Martini & Rossi, all’attrice Claudia Gerini per aver saputo esprimere con la sua professione, uno stile di vita improntato alla positività e al calore tipico della mediterraneità;

Premio “Cinema per la Cultura”, a Carlo Verdone.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 12 aprile alle ore 19 nella Sala Tiffany del Grand Hotel Regina Palace. Madrina di questa sesta edizione del Festival sarà Zeudi Araya. Guest star della serata oltre ai vincitori, Carolina Crescentini, Valentina Lodovini, Valeria Solarino e Violante Placido. Numerosi i personaggi del mondo della comunicazione televisiva, tra cui Enrica Bonaccorti e Marina Tagliaferri.
Sul palco anche la violinista Elsa Martignoni, che interpreterà un brano tratto dalla colonna sonora de Il Postino di Neruda e il mimo Elio Frattini che reciterà scene di celebri film.

Il Festival, soprattutto frequentato da un pubblico di giovani e giovanissimi, ha deciso di aprire con un incontro dedicato alla Comunicazione e responsabilità sociale, con Miki Biasion, Davide Dileo (Boosta dei Subsonica) e Stefano Leonangeli, amministratore delegato della Martini & Rossi.

Nell’ultima giornata del Festival – sabato 12 aprile 2008 – sarà anche presentata l’ultima “fatica” di Giuliano Montaldo, I demoni di San Pietroburgo, in programmazione nelle sale italiane nella successiva settimana, con immagini in esclusiva del backstage, alla presenza del regista e di alcuni dei partecipanti. Liberamente tratto da I demoni di Fëdor Dostojevskij, il film con Miki Manojlovic, Carolina Crescentini, Anita Caprioli e Filippo Timi, mescola frammenti della vita dello scrittore russo con la narrazione del celebre romanzo.

Per la prima volta sugli schermi anche Un paese ci vuole di Vanni Vallino. In occasione del centenario della nascita dello scrittore (1908), il film racconta la figura di Cesare Pavese, attraverso le vicende dei protagonisti impegnati a girare un film documentario sullo scrittore nei luoghi a lui cari. A presentarlo in sala lo stesso regista Vallino e l’attrice Michela Giacoma Fattorin.

Le giornate del Festival si articoleranno in 5 percorsi a tema:

“Letteratura, Cinema, Democrazia”. Un eroe borghese di Michele Placido, Il giorno dello sciacallo di Fred Zinnermann, Sindrome cinese di James Bridges e Mission di Roland Joffé sono alcune delle pellicole scelte per introdurre il grande tema di dibattito, sui valori e sui principi della democrazia. Il cinema e la letteratura si pongono come chiavi di lettura di una concezione politica che, come testimonia la storia, si trova sempre di più a dover fare i conti con interessi economici, forti conflitti e pressanti esigenze.

“L’ambiguo fascino dell’assassino”, un viaggio tra crimini e “mostri” cinematografici e letterari attraverso sei pellicole cult e quattro incontri coordinati da Gianni Canova: Sbatti il “mostro” in prime time, fa luce sulla spettacolarizzazione dei grandi casi di cronaca nera da parte dei media e ne analizza le conseguenze sociali, politiche culturali. Il serial killer e la banalità del male indaga i processi psicologici ed emozionali che nei romanzi e nei film consentono di avvolgere in un alone di ambigua attrazione personaggi che nella realtà suscitano repulsione e indignazione. Innocenza e colpa del giallo italiano elabora invece il rapporto fra colpa e innocenza attraverso due tradizioni culturali e letterarie differenti, quella italiana e quella anglosassone.
Venerdì 11 aprile alle ore 15 l’incontro Criminal show. La spettacolarizzazione della cronaca nera nei mezzi di comunicazione di massa italiani vedrà protagonisti gli studenti del Corso di Laurea Specialistica in televisione, cinema e produzione multimediale dell’Università IULM di Milano che presenteranno un video-inchiesta da loro prodotto.

“Le biografie letterarie”, ritratti cinematografici di grandi scrittori, da Alberto Moravia a Enzo Siciliano fino a Luciano Bianciardi e Monsignor Romero.

“Letteratura, Cinema, Fumetto”, personaggi dei fumetti classici come Tex Willer, Spider Man, Diabolik e Superman si mescolano a protagonisti di produzioni più recenti come Dylan Dog, I Simpson e Sin City in un’escursione cinematografica che inquadra i “comics” nel panorama culturale italiano.

Per il secondo anno consecutivo tornerà, a grande richiesta di pubblico, “Il gusto delle parole, il sapore delle immagini”, un itinerario cinematografico, letterario e gastronomico che coinvolge prestigiosi nomi dell’alta cucina piemontese. Gli chef delle “Stelle del Piemonte”, associazione voluta dall’Assessorato al Turismo della Regione Piemonte per promuovere l’enogastronomia d’eccellenza piemontese, proporranno al pubblico finger food e degustazioni, con ricette ispirate da celebri pellicole come Ricette d’amore di Sandra Nettlelbeck con Sergio Castellitto, Ratatouille, cartoon targato Disney/Pixar, L’ultima vacanza di Wayne Wang e il recente Lezioni di cioccolato di Claudio Capellini con Violante Placido e Neri Marcorè.

In collaborazione con l’associazione “Settimane musicali di Stresa”, quest’anno il Quintetto dell’Opera di Milano proporrà le più famose colonne sonore del cinema. A seguire il tema del rapporto tra cinema e musica sarà approfondito anche nell’incontro “Il Cinema e la Musica Classica, assonanze elettive”.
Il 3 maggio al Palacongressi sarà invece presentata la sonorizzazione dal vivo del capolavoro di Charlie Chaplin Luci della città per opera della Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, diretta da Timothy Brock.

La collaborazione rientra nel progetto di promozione del territorio del Lago Maggiore “Primavera in scena sul Lago Maggiore tra musica, cinema e giardini”, voluto dalla Regione Piemonte e dalla Provincia del Verbano Cusio Ossola.

L’ingresso al Palazzo dei Congressi per gli incontri e le proiezioni è libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni 011.8100111 – website www.grinzane.it

Il Festival Grinzane Cinema è organizzato dal Premio Grinzane Cavour per volere della Regione Piemonte, della Direzione Generale Spettacolo e Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Martini & Rossi.

Condividi questa pagina