A Viareggio il cinema tedesco

25^ Mostra del Cinema europeo - Viareggio, dal 15 al 19 aprile

E’ da 25 anni che non si vedeva, in Italia, una così forte concentrazione di grandi registi tedeschi: molti dei più prestigiosi autori che hanno dominato la scena del cinema germanico dagli anni 60/70 ad oggi si ritroveranno infatti a Viareggio in occasione del festival EuropaCinema che nel 2008 festeggia i suoi primi 25 anni di vita e di attività e che già nel 1985 aveva dedicato alla Germania un importante evento intitolato alla “resistenza” del cinema tedesco di fronte all’offensiva di quello americano e alla frantumazione della straordinaria esperienza della FilmVerlag der Autoren.

Dopo il grande successo fatto registrare dal cinema spagnolo a EuropaCinema 2007, nel 2008 sarà proprio la Germania la protagonista assoluta del festival con i suoi film e con i suoi autori “storici” e quelli di più recente e recentissima formazione, ospiti a Viareggio da martedì 15 a sabato 19 aprile.

Si riconferma così una tradizione che ha sempre visto il cinema tedesco – da qualche anno in nettissima ripresa - in prima linea nei programmi della manifestazione ideata e diretta da Felice Laudadio (che lo scorso anno ha donato il marchio al Comune di Viareggio che dunque è ora il promotore diretto di EuropaCinema) con la collaborazione di Federico Fellini che ne disegnò il logo e il primo manifesto. Manifesto firmato quest’anno da Ettore Scola.

Il festival EuropaCinema è promosso e finanziato dalla Regione Toscana, Toscana Film Commission e Comune di Viareggio, ed è sostenuto da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Direzione generale Cinema), Provincia di Lucca, Banca Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con la collaborazione di German Films, Ambasciata di Germania in Italia e Goethe-Institut di Roma.

Il cinema tedesco storico

Il festival ospiterà una retrospettiva di 16 film diretti dagli autori protagonisti del Nuovo Cinema Tedesco nato successivamente al celebre Manifesto di Oberhausen del 1962 che contribuì alla “rifondazione” della cinematografia germanica. Hanno già dato conferma della loro presenza a Viareggio: i registi Michael Fengler, Peter Fleischmann, Reinhard Hauff, Peter Lilienthal, Edgar Reitz, Volker Schlöndorff, Rudolf Thome, Margarethe von Trotta, i produttori Ulrich Felsberg e Dieter Geissler, gli attori Mario Adorf e Ingrid Caven. Questi i film della sezione retrospettiva, anche di anni recenti, che verranno proiettati al cinema Eden, ad ingresso gratuito, alla presenza dei loro autori: Scene di caccia in Bassa Baviera di Fleischmann; Il coltello in testa di Hauff; Das Autogramm (L’autografo) di Lilienthal; Heimat - Fragmente di Reitz; Il tamburo di latta di Schlöndorff; Der Philosoph di Thome; Das Versprechen (La promessa) e Rosa Luxemburg di von Trotta; il film collettivo Germania in autunno, diretto fra gli altri da Kluge, Reitz e Schlöndorff; il film-documento Die Nacht der Regisseure di Reitz con le testimonianze di molti degli autori sopra citati, la cui edizione italiana è stata curata da Carlo di Carlo, curatore anche di tutto Heimat di Reitz, presentato in versione integrale nel 2004 a EuropaCinema (che dal 1984 al 2006 ha ospitato circa 90 film tedeschi).

Sono inoltre in programma: Nel Regno di Napoli di Werner Schröter, introdotto dall’interprete Ida Di Benedetto; Lisbon Story di Wim Wenders introdotto dal produttore Ulrich Felsberg; Satansbraten (Nessuna festa per la morte del cane di Satana) di Rainer W. Fassbinder, introdotto dall’interprete Ingrid Caven; Aguirre, furore di Dio di Werner Herzog, introdotto dal produttore Peter Berling; Germania pallida madre di Helma Sanders-Brahms; Artisti sotto la tenda del circo: perplessi di Kluge e infine Hitler – ein film aus Deutschland di Syberberg (opera della durata di oltre 7 ore che verrà presentato al Centro Congressi nel pomeriggio di sabato 19 aprile e alla Casa del Cinema di Roma il 25 aprile in occasione della Festa della Liberazione).

Agli “storici” autori e cineasti tedeschi presenti a Viareggio verrà consegnato il Fellini 8½ Award for Cinematic Excellence.

Il cinema tedesco contemporaneo

EuropaCinema 2008 presenterà in competizione 7 film di giovani autori e 3 film fuori concorso, tutti di recentissima produzione, inediti per l’Italia, che verranno proiettati ad ingresso gratuito al Teatro Politeama alla presenza dei loro registi e attori protagonisti. Una giuria composta dagli spettatori e presieduta dallo sceneggiatore Giorgio Arlorio (Queimada di Gillo Pontecorvo con Marlon Brando) assegnerà l’EuropaCinema Award alla migliore opera di lungometraggio in concorso che comprende i seguenti film selezionati dal direttore Laudadio e dal vice-direttore Francesca Pappalardo:

- BEAUTIFUL BITCH di Martin Theo Krieger (Opera seconda, 2007, 103’, drama, anteprima europea). Sarà presente anche l’attrice protagonista Katharina Derr
Bica, 13enne rumena che vive in stato di semi libertà, sfruttata dai suoi aguzzini, cercherà di ritrovare la libertà.

- TRADE - Willkommen in Amerika di Marco Kreuzpaintner (Opera terza, 2007, 119’, drama, anteprima italiana). Sarà presente anche la produttrice Rosilyn Heller
Il racconto terribile del mercato dei pedofili americani e delle bambine messicane rapite e avviate alla prostituzione e al più feroce sfruttamento.

- NACHT VOR AUGEN (Night before Eyes) di Brigitte Bertele (Opera prima, 2008, 90', drama, anteprima mondiale)
Drammatica storia del ritorno in patria dall’Afghanistan di un giovane militare tedesco costretto a fare i conti con i suoi demoni

- WIR SAGEN DU! SCHATZ (Family Rules!) di Marc Meyer (Opera Prima, 2007, 99’, black comedy, anteprima mondiale ). Saranno presenti anche l’attore protagonista Samuel Finzi, l’attrice Margot Nagel e il produttore Faysal Omer
Un uomo tenta di “creare” la famiglia perfetta rapendo varie persone. Potranno queste persone crescere insieme, pur senza legami di sangue? La felicità è davvero possibile?

- FÜR DEN UNBEKANNTEN HUND (For the Unknown Dog) di Ben Reding e Dominik Reding (Opera seconda, 2007, 103’, drama, anteprima italiana)
Bastian, dopo aver commesso un omicidio, scappa e si unisce ad un gruppo di artigiani di strada che vive secondo antiche regole di vita semplice ed essenzial che gli cambierà la vita…

- STELLUNGSWECHSEL (Special Escort) di Maggie Peren (Opera prima, 2007, 97', comedy, anteprima mondiale). Sarà presente anche l’attore Kostja Ullmann
Commedia che verte sulla precarietà lavorativa di un gruppo di uomini che decidono di aprire un’agenzia di accompagnatori per donne in carriera.

- NICHTS GEHT MEHR (Blocked out) di Florian Mischa Boeder (Opera seconda, 2008, 100', comedy, anteprima mondiale)
Due fratelli compiono un’azione anarchica dopo l’altra e, ricercati dalla polizia, scappano ad Hannover. Ma lentamente uno dei due torna in sé e capisce che la vita che sta vivendo non è la sua.

Fuori concorso saranno presentati:

- ULZHAN, ultimo film di Volker Schlöndorff, in anteprima italiana (2007, 105’)
Tra le infinte steppe dell’Asia Centrale è nascosto un tesoro che un uomo tenta di scoprire. Privo di tutto, ma felice per la prima volta in vita sua, incontrerà strani personaggi lungo la strada: da un venditore di parole alla bellissima Ulzhan.

e 2 film documentari del 2008 in anteprima mondiale:

- GEGENSCHUSS - AUFBRUCH DER FILMEMACHER (Reverse Shot – Rebellion of the Filmmakers) di Dominik Wessely
Gli autori del Nuovo Cinema Tedesco rappresentano il cinema giovane e ribelle del periodo post-Adenauer. Il documentario descrive il centro gravitazionale del movimento: il leggendario FilmVerlag der Autoren per raccontarci un pezzo importante della storia del cinema tedesco.

- AUGE IN AUGE - EINE DEUTSCHE FILMGESCHICHTE (Eye to Eye – All about German Film) di Michael Althen e Hans Helmut Prinzler.
Un viaggio alla riscoperta dei cent’anni del cinema tedesco. Celebri autori tedeschi ci raccontano i film che li hanno maggiormente influenzati. Un tributo a tutto ciò che amiamo del cinema tedesco.

Lezioni di cinema

Cinque “Lezioni di Cinema”, in collaborazione con l’Università di Pisa e a cura del prof. Lorenzo Cuccu, si svolgeranno dal 15 al 19 aprile al Cinema Eden.
Questo il calendario delle proiezioni e delle Lezioni, aperte a tutti e ad ingresso libero:

- Martedì 15 aprile, ore 9: proiezione del film di Fassbinder “Satansbraten” (112’) con Ingrid Caven. Ore 11: Lezione con Ingrid Caven e il produttore (ma anche regista) Michael Fengler. Entrambi hanno partecipato a molti film scritti e diretti da Fassbinder. Sarà dunque il grande regista scomparso il protagonista della Lezione, cui prenderà parte anche un altro suo produttore, Peter Berling.

- Mercoledì 16, ore 9: proiezione del film “Das Autogramm” (92’) di Peter Lilienthal, seguita dalla sua Lezione.

- Giovedì 17, ore 9: proiezione del film “Heimat – Fragmente” (146’) di Edgar Reitz, seguita dalla sua Lezione.

- Venerdì 18, ore 9: proiezione del film “Die Blechtrommel” (142’, Premio Oscar) di Volker Schlöndorff, seguita dalla sua Lezione.

- Sabato 19, ore 9: proiezione del film “Das Versprechen” (115’) di Margarethe von Trotta, seguita dalla sua Lezione.

Agli studenti del Corso di laurea triennale in "Cinema Musica Teatro” e del Corso di Laurea Specialistica "Cinema, teatro e produzione multimediale" dell’Università di Pisa che parteciperanno ad almeno 4 lezioni di cinema, dietro presentazione di una relazione sul tema di una delle lezioni, verranno convalidati 3 crediti. All’iniziativa aderisce anche la cattedra di Letteratura tedesca (corso di laurea triennale in lingue e letterature straniere) della Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Pisa. E’ prevista la partecipazione di studenti dei corsi di Letteratura tedesca I e II tenuti dalla professoressa Giovanna Cermelli.

Recital di Ingrid Caven

Nella serata finale di EuropaCinema si esibirà, in una performance musicale straordinaria, la grande cantante e attrice Ingrid Caven.

Ingrid è stata la prima moglie di Fassbinder ed una delle sue attrici più fortunate in mezzo a una lunga schiera di donne che gli sono state amiche, complici e colleghe. Fin da giovane, ha sempre sfoggiato un'eleganza matura, affrontando temi tabù per il cinema tedesco, sul palcoscenico e sul grande schermo. Sorella della cantante lirica Trudeliese Schmidt, trova la sua dimensione artistica nella recitazione. Si fa, quindi, prima interprete teatrale entrando nel movimento dell'Antiteatro tedesco, dove conoscerà il grande regista e autore Fassbinder e attori e autori quali Hannes Gromball, Ulli Lommel, William Powell e Katrin Schaake e poi, sempre con questi, comincerà le prime sperimentazioni di fronte alla cinepresa.

La prima opera, sorretta dalla sceneggiatura di Fassbinder, è il cortometraggio Fernet Jamaica (1969) di Peter Moland, ma quando Rainer vorrà passare alla regia delle opere che scrive, Ingrid Caven diverrà una delle sue attrici-feticcio. Dal sodalizio artistico nascono pellicole per il grande schermo come L'amore è più freddo della morte (1969), Il dio della peste (1970), Perché il signor R. è diventato matto? (1970), Il soldato americano (1970) e Il mercante delle quattro stagioni (1972), ma anche film-tv come Il caffè (1970) e Il viaggio di Niklashausen (1970). L'unione con Fassbinder termina nel 1972, ma non impedisce ai due di continuare a lavorare assieme in Attenzione alla puttana santa (1971), Martha (1973), Paura della paura (1975), Mamma Kunster va in cielo (1975) e Il diritto del più forte (1975). Oltre ad aver lavorato con Fassbinder, la Caven lavora intensamente con Daniel Schmid che la sceglierà come protagonista di molte sue opere, quali Questa notte o mai (1972) e uno dei suoi film migliori, Schatten der Engel (1976), nel ruolo della prostituta Lily Brest. L'amico Ulli Lommel usa la sua aria decadente ne La tenerezza del lupo (1973), mentre la Caven viene reclamata anche in Francia dove Jean Eustache la inserisce nella sua pellicola Mes petites amoureuses (1974). Gli ultimi due film con l'ex marito Fassbinder sono Nessuna festa per la morte del cane di Satana (1976) e Un anno con 13 lune (1978). Dopo essere stata scelta come membro della Giuria del Festival di Berlino 1979, partecipa a film tedeschi inediti in Italia, per tutta la durata degli anni Ottanta, alternandoli al palcoscenico. Nel 1992, si lascia dirigere dall'amico Schmid in Zwischensaison e l'anno successivo recita accanto a Catherine Deneuve in Ma saison préférée (1993) di André Téchiné. Ne Il tempo ritrovato (1999) di Raoul Ruiz interpreta una principessa russa. Attualmente è legata allo scrittore francese Jean-Jacques Schuhl che le ha dedicato il libro "Ingrid Caven", vincitore del prestigioso premio letterario francese Goncourt 2000.

Per il recital di Ingrid Caven è previsto un biglietto dal contenutissimo costo di 5 euro fino ad esaurimento dei posti. I biglietti saranno disponibili presso il botteghino del Politeama dal pomeriggio di venerdì 18 aprile. Sarà questo l’unico spettacolo a pagamento di EuropaCinema 2008 che ha abolito ogni forma di invito, ad eccezione dei cineasti tedeschi presenti a Viareggio con i loro film.

Fuori programma

Verrà presentato il film WOYZECK di Enrico De Angelis (2008), docente di Germanistica all’Università di Pisa.

Il festival

EuropaCinema, Mostra del cinema europeo ideata e diretta da Felice Laudadio e realizzata dall’associazione culturale “C&C-Cultura&Cinema”, è presieduta da Luciana Castellina; vicedirettore: Francesca Pappalardo; amministrazione e movimentazione film: Patrizia Prosperi; responsabile ospitalità: Francesca Campagna; segreteria: Roberta Vecchio; presentazione serate e regia riprese tv: Orsetta Gregoretti; catalogo generale: Adele Dorothy Ciampa; progetto grafico: Alessandra Pasquarelli; organizzatore generale a Viareggio: Eugenio Biancalana.

EuropaCinema 2008 si avvale della collaborazione del produttore, scrittore e attore Peter Berling, del regista Carlo di Carlo, del critico Klaus Eder e del giornalista Umberto Guidi. Referente del festival per l’amministrazione comunale di Viareggio è il dirigente del settore Cultura, Giulio Marlia, esperto di cinema.

Condividi questa pagina