Cinema e videogames al MIFF

''Postal'' di Uwe Boll. Tra video-gioco e...video-schermo

Il MIFF – Film Festival Internazionale di Milano – dopo l’interessante incontro “Operazione… liberi tutti” al cinema Mexico prosegue con un nuovo e chiacchierato evento. Un imperdibile appuntamento con una commedia discussa, caustica, irriverente e sconvolgente.

Sabato 12 aprile alle ore 17.00 al cinema Rosetum di via Pisanello 1, si terrà la proiezione, in anteprima italiana - fuori concorso - di Postal, l’ attesissimo film del controverso regista tedesco Uwe Boll.

Nato nel 1965 in Germania, laureato in letteratura, accanito fruitore di cultura popolare Boll si è imposto all’attenzione della stampa per l’alto numero di riduzioni filmiche tratte da videogiochi di successo. Tra gli altri: House of the Dead, Alone in the Dark, Bloodrayane e lo stesso Postal. Distribuito in Italia da Onemovie, il film è infatti ispirato all’omonimo videogame ideato da Vince Desi ed uscito nel 1997 suscitando non poche polemiche ma riscuotendo altrettanto interesse.

Sparatorie, terrorismo ed esplosioni sono solo alcuni degli ingredienti di questa disinibita commedia. Non è un caso infatti, che il titolo rimandi anche all’espressione americana “going postal” che deriva da una serie di incidenti avvenuti a partire dal 1986, quando alcuni dipendenti del servizio postale statunitense spararono e uccisero numerosi colleghi, manager, poliziotti e semplici passanti. In seguito il termine è entrato nell’uso comune a indicare qualsiasi fenomeno di strage sul luogo si lavoro.

Come per tutte le altre proiezioni del MIFF, l’ingresso per il pubblico sarà gratuito. Basterà iscriversi al sito www.madeinmilan.org e diventare soci dell’Associazione Culturale Non-profit "Made in Milan", organizzatrice del Festival, per prenotare il proprio posto al cinema entro le ore 15,00 dello stesso sabato 12 aprile. Saranno i singoli spettatori a decidere liberamente se lasciare un’offerta all’Associazione nel momento in cui si recheranno nelle sale. Quanti non faranno in tempo a prenotarsi on-line, potranno comunque presentarsi direttamente al cinema Orfeo ove, in caso di posti rimasti liberi, sarà possibile, sempre gratuitamente, accedere alla sala.

Condividi questa pagina