Ricordando Alida Valli

Cinema Trevi (Roma), sabato 31 maggio

Il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale,propone una giornata dedicata a una delle sue allieve più celebri: Alida Valli.
Alida Valli esordisce nel 1936 con una particina – una commessa dell’emporio – ne I due sergenti, film in costume diretto da Enrico Guazzoni. Nell’autunno dello stesso anno, auspici Blasetti e Chiarini, è anche ammessa al corso di recitazione del Centro Sperimentale di Cinematografia, ad anno scolastico già avviato. Inizia da quel momento una folgorante carriera che la porta, già nel 1939, al secondo posto tra le attrici più amate dagli italiani, subito dopo la “fidanzatina d’Italia” Assia Noris. Nel dopoguerra viene scritturata da una major statunitense, in questo caso da Selznick, ma l’esperienza americana non è del tutto positiva.
Tornata in Italia nel 1951, riprende a fatica la scalata al successo, che torna a raggiungere nel 1954 come protagonista di Senso, di Luchino Visconti, che le vale la “Grolla d’oro” a Saint Vincent.
Negli anni successivi – nei quali si dedica assiduamente anche al teatro e alla televisione – continuano le sue interpretazioni memorabili sotto la direzione di grandi registi, come Antonioni, Pasolini, Zurlini, Chéreau, Bertolucci, Cherif, Bolognini, von Trotta continuando a lavorare fino a pochi anni prima della morte avvenuta nel 2006.

ore 17.00 - Stasera niente di nuovo (1942)
Regia: Mario Mattoli; soggetti: Luciano Mattoli, M. Mattoli; sceneggiatura: Luciano Mattoli, M. Mattoli, con la collaborazione, non accreditata, di Aldo De Benedetti, Marcello Marchesi; fotografia: Aldo Tonti; musica: Ezio Carabella; montaggio: Fernando Tropea; interpreti: Alida Valli, Carlo Ninchi, Antonio Gandusio, Giuditta Rissone, Dina Galli, Armando Migliari; origine: Italia; produzione: Italfines; durata: 88’
Un cronista di nera alcolizzato, in cerca di notizie in un commissariato, incontra la bella ragazza che lo aveva curato anni prima in Turchia. Anche lei non se la passa bene: è appena stata fermata dopo una retata ed è in preda alla depressione. Insieme cercheranno di salvarsi…

ore 19.00
Incontro moderato da Alfredo Baldi con Carlo De Mejo, Pierpaolo De Mejo, Alberto De Martino, Carlo Lizzani, Robert Madison, Maurizio Ponzi, Gian Luigi Rondi, Marisa Solinas, Luca Verdone

a seguire

“Come diventai Alida Valli” (2008)
Regia: Pierpaolo De Mejo; soggetto e sceneggiatura: Pierpaolo De Mejo, Antonio Tarallo dalla autobiografia inedita di Alida Valli; aiuto regia: Chiara Graziano; consulenza artistica: Marisa Solinas; voci narranti: Valentina Taddei, Maurizio Pulina; riprese: Lorenzo Di Ciaccia, Chiara Graziano; musiche: Armando Valletta; montaggio: Pierpaolo De Mejo, Armando Valletta; origine: Italia; produzione: Associazione Alida Valli, promossa dall’Imaie, con la collaborazione del Csc; durata: 55’
Il documentario, oltre che un’importante testimonianza dell’eredità ricevuta a livello umano ed artistico, è un modo originale per rendere noto al pubblico parte del vastissimo patrimonio documentaristico della diva. L’opera raccoglie foto e testimonianze private dell’attrice nei ricordi del figlio Carlo e del nipote Pierpaolo, interviste a personaggi dello spettacolo che hanno vissuto accanto a lei momenti importanti della sua carriera. Nella seconda parte del documentario si affrontano le problematiche del mestiere dell’attore, attraverso una vera e propria inchiesta che vede coinvolti anche i giovani attori che attualmente frequentano il Centro Sperimentale di Cinematografia…
Ingresso gratuito

Condividi questa pagina