Film catastrofici e cinema digitale

Cinema catastrofico e tecniche digitali e analogiche

"Ci sono diversi modi in cui la Terra potrebbe essere distrutta, uno è quello di un devastante impatto con un oggetto proveniente dallo spazio. Il cinema non poteva lasciarsi sfuggire un’occasione così facile di catturare l’attenzione dello spettatore, attratto dal morboso fascino della catastrofe.
Ecco Meteor, 1979, di Ronald Neame, pur minore all’interno del cinema di fantascienza, anticipa di 20 anni le due principali pellicole sulla catastrofe planetaria.
Deep Impact, 1998, di Mimi Leder e Armageddon 1998 di Michael Bay, due modi quasi contrapposti di presentare la stessa vicenda, il primo, decisamente più realistico e melodrammatico, il secondo più spettacolare e hollywoodiano.
Altro tema è quello delle catastrofi, causate da creature aliene come in Jurassic Park e suoi seguiti."
(Brano tratto dalla tesi di Francesco Adami)

Le Proiezioni nel tempo: Il tema della macchina del tempo tra cinema analogico e cinema digitale

Condividi questa pagina