A Milano L'ultima risata di Murnau

Spazio Oberdan: Speciale cinema muto - I Capolavori dell’Espressionismo

Per il ciclo I Capolavori dell’Espressionismo, venerdì 4 luglio alle ore 21.30 lo Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto 2, Milano) propone, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, la Cineteca del Comune di Bologna e Nederlands Filmmuseumi, il film L’ultima risata di F.W.Murnau .

Il film verrà proiettato con l’accompagnamento dal vivo al pianoforte di Antonio Zambrini.

Scritto da Carl Mayer, con la fotografia di Karl Freund e l’interpretazione enfatica e narcisistica di un grande attore come Emil Jannings, L’ultima risata è una delle vette del cinema muto tedesco.
Un vecchio portiere d’albergo vive della sua uniforme, che gli dà potere e prestigio. Partecipa da protagonista alla vita degli altri, non per quello che è ma per il simbolo che incarna. Quando il direttore lo destituisce affidandogli un incarico più “adeguato” alla sua età – la guardia delle toilettes – il portiere si sente perduto. Senza le insegne della sua meschina e fittizia autorità egli sente di non esistere. Pessimistica elegia del destino umano, il film si muove tra la condanna antiborghese della società e la compassione verso il portiere umiliato.

*****************************
L’ultima risata
R.:F.W. Murnau. Sc.:C. Meyer. Fot.: K. Freund. Int.:Emil Jannings, Maly Delschaft, Max Hiller, Hermann Valentine, Georg John. Germania, 1924, b/n, 75’, muto, ver. orig., sott. italiani.
Per raggiunti limiti d’età, l’anziano portiere di un lussuoso hotel viene “degradato” a custode delle toilette. L’uomo, disperato, nasconde la cosa alla famiglia, finché non è scoperto e cacciato di casa.

*****************************

Biglietto: 5 euro + cinetessera

Condividi questa pagina