Il film di zombie tra sesso e satira

Da pornostar a attrice. Jenna Jameson

Prodotto da Stage 6 Films e distribuito da Triumph, entrambe costole della Sony Pictures, Zombie strippers è uno zombie movie che si svolge interamente all'interno di uno strip club, con protagonista la pornostar Jenna Jameson e Robert Englund, il Freddy Krueger di Nightmare.
In un futuro nel quale George W. Bush è ancora Presidente e gli Stati Uniti sono in guerra perenne, il governo sperimenta un virus sui soldati morti per farli tornare in vita; il progetto sfugge di mano e inizia il contagio. La vicenda si sviluppa in un night, dove non mancano invidie e rivalità.
La spogliarellista di punta è la prima a venire contagiata, ma la sua trasformazione in zombie la rende ancora più desiderabile e accattivante nei confronti del pubblico. Il proprietario fiuta l'affare e cerca in tutti i modi di nascondere la natura di non-morta della sua ballerina, fino a che la situazione sfugge di mano.
Il sapore ironico della pellicola permette di guardare con occhio più rilassato le scene più splatter, sicuramente forti, mentre un certo spazio trova l'erotismo provocante che strizza l'occhio al porno, vista la presenza di Jenna Jameson, pur con una smaccata vena comica.
La regia di Jay Lee non risparmia in nessun modo la politica americana espansionistica e guerrafondaia di Bush. Questo è il fattore che più spicca nel film, predicato apparentemente sul sesso e sull'horror.
Nel 2008 ha raggiunto la posizione 11 nella classifica dei DVD più venduti negli USA.

Zombie strippers. Trailer non censurato

di Marco Rovaris [Visita la sua tesi »] [Leggi i suoi articoli »]

Condividi questa pagina