Al via il SalinaDocFest

2ª Edizione - Salina dal 22 al 28 settembre

Il "SalinaDocFest - festival del documentario narrativo", diretto da Giovanna Taviani, ha esordito lo scorso anno con ottimo successo di critica e di pubblico. Dal 22 al 28 settembre 2008 si terrà a Salina la sua seconda edizione. In sette giorni di proiezioni, conferenze e dibattiti scrittori, critici e registi - vicini al cinema di realtà e sensibili al rapporto tra narrazione, letteratura e cinema - si confronteranno sull'emergenza del tema centrale del festival, individuato nel titolo scelto per il concorso internazionale di quest'anno: "Il mio paese. Fughe e approdi": uno sguardo sulla realtà sociale contemporanea, le tradizioni locali, il mondo del lavoro ed i flussi migratori, con le loro partenze e i loro ritorni.

La giuria sarà costituita da Luca Bigazzi, Curzio Maltese, Francesco Munzi, Gianfranco Pannone e Alessandro Rais.

Hanno gia aderito: Lello Arena, Silvia Ballestra, Irene Bignardi, Esmeralda Calabria, Mimmo Calopresti, Francesca Comencini, Emanuele Crialese, Andrea D'Ambrosio, Pippo Del Bono, Luigi Lo Cascio, Alina Marazzi, Vincenzo Marra, Peppe Ruggiero, Simona Vinci.

Il comitato d'onore - costituito da Romano Luperini, Giorgio e Mario Palumbo, Paolo e Vittorio Taviani e Bruno Torri - consegnerà il premio "Dal testo allo schermo" allo scrittore Vincenzo Consolo, che sarà al festival dal 26 al 28 settembre.

Fra le novità segnaliamo il gemellaggio con la "Mostra Internacional de Cinema de Sao Paulo" (che, attraverso una giuria indipendente presieduta dal suo Direttore, Leon Cakoff, istituirà un premio per il miglior documentario, assegnandogli uno spazio all'interno del festival brasiliano nel mese di novembre); la partecipazione del Premio Solinas - Documentario per il Cinema in collaborazione con Apollo 11; l'iniziativa Giro rapido, SalinaDocFest challenge, una sfida letteraria lanciata da Porche Italia; tre giorni di workshop, destinato agli insegnanti di scuola media superiori, sul tema : "Ritorno alla realtà nel cinema e nella letteratura contemporanei".

SEZIONI

SEZIONE CINEMA

- Il mio paese. Fughe e approdi. 2° Concorso internazionale del documentario per registi interessati ai paesi dell’area del Mediterraneo, la cui data di realizzazione sia posteriore al 1 gennaio 2006. Il titolo traccia i confini tematici del festival: realtà sociale contemporanea, tradizioni locali, mondo del lavoro, flussi migratori, partenze e ritorni.

- Le sezioni Reperti di memoria, dedicata alla proiezione di documentari di grandi nomi del cinema italiano e straniero (da Antonioni a Pasolini), e Finestra sul presente, dedicata alla più recente produzione documentaristica di giovani cineasti già affermati nel panorama del cinema italiano (da Francesca Comencini ad Alina Marazzi), integrano il concorso. I registi presenti, prima della proiezione dei loro film, terranno un incontro lezione sul documentario insieme ad alcuni esperti del settore alla presenza del pubblico.

- Documentiamoci: tre serate precedenti il Festival, rivolte esclusivamente al pubblico isolano, che dal 19 al 21 settembre voterà e premierà il miglior documentario tra alcuni grandi titoli contemporanei che hanno contribuito a ridefinire il genere.

- Finestra Brasile: proiezione di un documentario brasiliano che abbia avuto una risonanza di critica e di pubblico in Brasile e relativo incontro con autore.

- Workshop: Tre incontri laboratorio rivolti ad insegnanti di tutta Italia da svolgere in contemporanea ai giorni finali del festival sul tema “Ritorno alla realtà: nuove forme di realismo nel cinema e nella letteratura”. Interverranno, oltre ad alcuni critici ed esperti del genere, coppie di scrittori e registi a confronto (Ballestra-Marazzi, Vinci-Comencini).

SEZIONE TEATRO/MUSICA

Completano il programma, durante le serate finali del festival, nei vari luoghi dell’isola, percorsi di degustazione enogastronomica, spettacoli teatrali e musicali.

SEZIONE MOSTRE

- Sicilian Crossing a cura di Marcello Saija.

SEZIONE PREMI

1. PREMIO “TASCA D’ALMERITA” al miglior documentario del Concorso internazionale “SalinaDocFest” (3000 euro)
2. PREMIO “BRASILE” al miglior documentario da promuovere all’estero (viaggio, ospitalità e proiezione del documentario nell’ambito della 32° edizione del Sấo Paulo International Film Festival)
3. PREMIO “PORSCHE” PUBBLICO SALINA al miglior documentario in concorso (1000 euro)
4. PREMIO SPECIALE “DAL TESTO ALLO SCHERMO” a scrittori e personalità del mondo della cultura, italiani e stranieri, distintisi per opere di particolare impegno civile al confine tra letteratura e cinema (soggiorno “Maggio a Salina”, offerto dall’Associazione Salina Isola Verde)
5. Premio pubblico di Salina per la sezione Documentiamoci

Premi paralleli:
Premio Porsche “Giro rapido: letteratura creativa in 911 minuti”: concorso di scrittura creativa a tema per giovani scrittori .

Info: www.salinadocfest.org

Condividi questa pagina