Educazione siberiana (2013)

Crimine dell'Europa dell'Est. Tatuaggi e onore

Gabriele Salvatores adatta per il grande schermo l'omonimo successo letterario di Nicolai Lilin, che racconta la formazione di un giovane nel mondo del crimine, istruito dal nonno sulla cultura siberiana dell'onore e della vendetta.
Uno spaccato forte di realtà, che illustra i rituali e le regole di un mondo duro e oscuro a buona parte del mondo occidentale, dai tatuaggi alla legittimazione della violenza. Con John Malkovich e Peter Stormare.
Prodotto da Cattleya, il film è stato presentato per la prima volta al Courmayeur Noir in Festival.

Crimine e Rito. Educazione siberiana

Le recensioni degli autori:

Vuoi scrivere una recensione e condividerla con gli altri utenti? Effettua il login come autore di Tesionline e potrai commentare ogni articolo che vuoi!

Approfondimenti

  • Gli stereotipi dell'onore e del crimine. Rispetto delle regole e libertà di scelta

    Educazione Siberiana è un film che porta con sé l'intento di far conoscere la storia, la cultura e i principi morali di quella che incarna tutti gli aspetti salienti di una subculture quali la stereotipia, la coerenza strutturale e la fissità dei costumi, attraverso la narrazione della vita del protagonista.
    L'elemento biografico è, dunque, messo al servizio della diffusione culturale: la vita di...»

Condividi questa pagina