A Torino un omaggio a Kurt Cobain

Cinema Massimo (Torino) - lunedì 29 e martedì 30 settembre

Lo spazio Crossroads di settembre al Cinema Massimo propone il consueto appuntamento con il rockumentary.

Il grande protagonista, questa volta, è Kurt Cobain, l’indimenticato leader dei Nirvana, che – dopo la morte – è assurto a simbolo dell’intero movimento grunge. La sua figura è rievocata dal documentario Kurt Cobain. About a Son di AJ Schnack, presentato alla Festa di Roma del 2006 e mai distribuito in Italia.
Il mito di Cobain popola da tempo l’immaginario dei cineasti. Gus Van Sant, ad esempio, ha costruito proprio su Cobain il personaggio di Blake, protagonista di Last Days (2005), uno dei film più sperimentali e interessanti sul mondo della musica rock. Kurt Cobain (Aberdeen, 20 febbraio 1967 – Seattle, 5 aprile 1994) aveva costituito i Nirvana nel 1987 con Krist Novoselic e in due anni la band era diventata uno dei gruppi leader della scena musicale grunge di Seattle. Nel 1991 l'uscita del singolo Smells Like Teen Spirit aveva segnato l'inizio di una decisa svolta della musica rock, che cominciò ad allontanarsi dai generi egemoni degli anni Ottanta e a indirizzarsi verso l'alternative rock. I media musicali avrebbero poi considerato quel brano l’inno di una generazione e, con esso, Cobain il portavoce della generazione X. Negli ultimi anni della sua vita Cobain lottò contro la dipendenza dalla droga e le pressioni dei media L'8 aprile 1994 fu trovato morto nella sua casa di Seattle, ufficialmente a causa di un colpo di fucile esploso da lui stesso. Negli anni seguenti sulla sua morte si sviluppò un acceso dibattito.
A completamento del programma e come omaggio a Cobain, viene presentato il poco noto Salad of a Thousand Delights, ripresa di un concerto dei mitici Melvins a Olympia (WA) nel maggio del 1991. I Melvins, nati nel 1983, sono la band che più ha influenzato i Nirvana e l’intera scena grunge. Cobain li cita spesso nelle interviste e nei suoi diari, sempre con inequivocabili attestati di stima.

*******************

AJ Schnack
Kurt Cobain. About a Son
Usa 2006, 97’, col., v.o. sott.it.
Biografia del musicista Kurt Cobain, suicidatosi nel 1994, basata su più di 25 ore di interviste inedite rilasciate al giornalista Michael Azerrad per il libro Come As You Are: The Story of Nirvana. Kurt Cobain About a Son di AJ Schnack non è un film celebrativo. Piuttosto, un diario intimo, girato da un appassionato sincero. Nei novantasette minuti di film, nei quali protagonista assoluta è la voce di Cobain che racconta la sua vita, dall'infanzia all'adolescenza, dalla scoperta della musica al successo, scorrono le immagini della segheria del padre e delle città nelle quali Kurt ha vissuto, come Aberdeen, Olympia, Seattle, sulle musiche di Cheap Trick, David Bowie, Mudhoney, Melvins, Rem, Bad Brains, Butthole Surfers. Al centro del documentario, naturalmente, c'è la musica dei Nirvana, con Smell Like Teen Spirit, Come As You Are, In Bloom, Lithium, Polly: tutti testi in cui si fa riferimento al male di vivere, tutti attacchi diretti al potere, tutti un manifesto del disagio giovanile. E tutti firmati Kurt Cobain (Roberta Bottari).
LUN 29, h. 20.30, MAR 30, h. 16.30

Joe Smitty/Paul Uusitalo
Melvins. Salad of a Thousand Delights
Usa 1992, 90’, col., v.o.
Girato il 16 maggio 1991 al North Shore Surf Club di Olympia, nello stato di Washington, il documentario riprende i Melvins dal vivo nel tour seguito alla pubblicazione dell’album Bullhead.
LUN 29, h. 22.10, MAR 30, h. 18.10

Ingresso ad entrambe le proiezioni: euro 3,00

Condividi questa pagina