A Mestre 4 Giornate di Cinema Omosessuale

IV edizione - Mestre (VE), dal 17 al 19 ottobre

Dopo il successo dell’italiano "Un altro pianeta" di Stefano Tummolini, vincitore del Queer Lion Award quale "miglior film con tematiche omosessuali" alla 65. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, torna a Venezia il cinema glbt, e sarà italiano anche il programma della 4ª edizione delle Giornate di Cinema Omosessuale in programma dal 17 al 19 ottobre a Mestre (Venezia), organizzate ancora una volta dall’associazione CinemArte con il sostegno del Comune di Venezia. Una scelta precisa quella di dare ampio spazio alla cinematografia del nostro paese per sottolineare l’importanza che anche in Italia sta finalmente assumendo la cinematografia queer.

Evento di apertura sarà il lungometraggio Ciao di Yen Tan, scritto ed interpretato dal genovese Alessandro Calza, presentato da CinemArte anche al recente Venice Film Market della Mostra del Cinema.

Film di chiusura sarà invece Due volte genitori, splendido e commovente documentario del milanese Claudio Cipelletti. Ma il viaggio lungo la penisola attraversa anche la Torino di Roberto Cuzzillo e del suo toccante Senza fine, la Bergamo bacchettona di Homo Fobicus - L’involuzione umana all’alba del terzo millennio, la Bologna misteriosa di All’amore assente di Andrea Adriatico, il ricco ed alienante Nordest, la difficile Calabria, la rumorosa Città Eterna dei corti del giovane Fabio Mollo, prodotti dal Centro Sperimentale di Cinematografia. Proiezioni presso il Teatro "Arnaldo Momo" di via Sernaglia, angolo via Cappuccina, a Mestre.

Info: www.cinemarte.net.

***************************

Il programma:

Venerdì 17 ottobre 2008

Ore 21:00
Ciao di Yen Tan. Con Adam Neal Smith, Alessandro Calza, Ethel Lung. Usa, 2008 (87’)
Mark muore improvvisamente lasciando dietro di sé Jeff, il suo compagno, ed Andrea, un italiano con cui chattava su Internet. Jeff avverte Andrea della morte di Mark; Andrea risponde esprimendo la sua sorpresa ed il suo dolore. Quasi per capriccio, i due continuano a scriversi e a conoscersi. Alla fine si incontrano, ed il loro scambio di email si trasforma in una serie di conversazioni più intime e personali. Parlano dei loro rispettivi paesi, dei propri impieghi, delle proprie famiglie, delle proprie vite. Ma soprattutto, parlano di Mark. Quella che è iniziata come una tragedia che ha messo in contatto due sconosciuti che arrivano da parti opposte del mondo, si trasforma in un’amicizia pienamente realizzata che potrebbe cambiare per sempre le loro vite. alla presenza di Alessandro Calza (sceneggiatore e protagonista)

Ore 22:40
Senza fine di Roberto Cuzzillo. Con Cristina Serafini, Irene Ivaldi, Margherita Fumero. Italia, 2008 (75’)
Giulia e Chiara si amano e dopo tanti anni passati insieme decidono di allargare la propria famiglia concependo un figlio attraverso l’inseminazione artificiale. Ma qualcosa non procede come nei loro piani. Un film sull’amore e sul desiderio di diventare genitori, ma anche sulle paure e sulle bugie che inevitabilmente si creano anche in un rapporto solido come quello delle due protagoniste. Strepitose protagoniste e godibilissimo cameo di Margherita Fumero, ex stella di "Drive In" accanto ad Enrico Beruschi. alla presenza di Roberto Cuzzillo (sceneggiatore e regista)
Prima della proiezione delle 22:40: Stefano Grespan presenta “engendering gay cinema” (Fabio Croce Editore)

Sabato 18 ottobre 2008

Ore 21:00
All'amore assente
di Andrea Adriatico. Con Massimo Poggio, Francesca D’Aloja, Milena Vukotic, Corso Salani, Eva Robin’s. Italia, 2008 (97’)
Un investigatore arriva in città per indagare sulla scomparsa di Andres Carrera, ghost writer di Massimo Arati, uomo politico che sta affrontando un’impegnativa campagna elettorale. L’investigatore perlustra la casa di Andres piena di quadri, dischi in vinile e libri di poesia. Poi arriva all’agenzia di comunicazione dove Carrera lavorava, diretta da Iris, la moglie di Andres, che sta affrontando con energia non solo il lavoro ma anche una gravidanza. L’investigatore riesce a farsi assumere nell’agenzia, dove conosce Edoardo, un collega-amico di Andres che sembra sapere molte cose, a cominciare dal fatto che Andres e Iris si erano separati da poco. alla presenza di Andrea Adriatico (regista), Eva Robin’s (attrice)

Ore 22:40

Infatti sì
di Fabio Mollo. Con Tommaso Arnaldi e Priscilla Caleffi. Italia, 2008 (5’)
Quattro amici al mare: Alessandra, Dora, Regina e Simone. Ventenni, carini e con la sindrome da eterni teenager. Una mattina si contendono l’attenzione del bellissimo Adamo, in una lotta senza esclusione di colpi.

Giganti
di Fabio Mollo. Con Domenico Paviglianiti e Alex Foti. Italia, 2007 (24’)
"Il Sud è niente". E il niente è difficile da raccontare. Nel tentativo di diventare uomo, Pietro, 15 anni, deve prima confrontarsi con la realtà in cui vive. E per questo si scontrerà con la Mafia nella sua manifestazione più violenta: il silenzio.

Carmilla
di Fabio Mollo. Con Veronica Visentin e Erika Blanc. Italia, 2006 (22’)
Antonia chiude gli occhi e si concede la felicità, al buio e in silenzio, determinata a rompere quel groviglio di intenti che la ancorano al suolo e non le permettono di essere come vorrebbe.

Al buio di Fabio Mollo. Con Giuseppe Forlì e Daniele Grassetti. Italia, 2005 (11’)
A volte l’erotismo si nasconde in quel momento sospeso nello spazio che separa due corpi che non si possono toccare. alla presenza di Fabio Mollo (regista e sceneggiatore)
Prima della proiezione delle 22:40: Franco Grillini presenta “Ecce Omo – 25 anni di rivoluzione gentile” (Rizzoli Editore)

Domenica 19 ottobre 2008

Ore 21:00
Due volte genitori
di Claudio Cipelletti. Italia, 2008 (96’)
"Dopo aver diretto "Nessuno Uguale, adolescenti e omosessualità" mi sono trovato davanti ad una sfida diversa. Dovevo saltare dall’altra parte della barricata, non essere più solo figlio, ma anche genitore. E non potendo trovare nella mia biografia una eco forte come quando avevo dato voce al coming out di giovani gay e lesbiche, mi sono messo in ascolto. Ho scoperto un universo inaspettato, complesso, di grande fragilità. Il primo pensiero quando entrai in un gruppo di genitori che condividevano la loro storia dopo il coming out dei figli, fu che erano come noi: soli, emozionati, schiacciati dal giudizio della società, ma forse più smarriti" (Claudio Cipelletti). Toccante e commovente. alla presenza di Claudio Cipelletti (regista)

Ore 22:40
Homo Fobicus - L'involuzione umana all’alba del terzo millennio
di Francesco Chiodelli. Italia, 2008 (30’)
"L’anno prossimo a Bergamo si svolgerà il Gay Pride" spiega l’intervistatore. "Penso che porterò una Molotov" ribatte un ragazzo per strada. "Dovrebbero vergognarsi", "Fan schifo", "Sono persone malriuscite": questo il tono degli altri intervistati bergamaschi nel docufiction "sull’involuzione umana". alla presenza di Francesco Chiodelli e Alessandro Esposito (regista e montatore)

Primavera in autunno
di Roberto Cuzzillo. Con Lucia Orecchia e Darija Maslesa. Italia, 2007 (3’)
Una lettera, un amore ed una donna pronta ad essere libera di amare.

Quello che sento
di Fabio Mollo. Con Filippo Sandon e Paolo Menon. Italia, 2004 (20’)
Una notte, un ragazzo del ricco Nordest scappa di casa. Attraverso il viaggio e il confronto con i vari personaggi lungo il cammino, Giulio trasformerà il suo percorso in una iniziazione alla vita, sotto la guida materna di una drag queen.

Acqua
di Fabio Mollo. Con Valentina Lodovini e Maurizio Tesei. Italia, 2004 (5’)
Una giornata particolare!

Troppo Vento
di Fabio Mollo. Con Silvana Luppino e Adriano Modica. Italia, 2003 (8’)
Un ragazzo si siede al tavolino di un bar e origlia i discorsi che la gente attorno a lui sussurra, le parole dette e quelle che non si possono dire.

Informazioni:
Associazione CinemArte - Tel. 335.407079
Email: [email protected]
Web: www.cinemarte.net

Condividi questa pagina