Milano ricorda la Grande Guerra

Spazio Oberdan, dal 29 ottobre al 2 novembre.

La Fondazione Cineteca Italiana, con la collaborazione di Regione Lombardia. Direzione Generale Culture Identità, vuole ricordare il 90° anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale ripercorrendo le fasi più salienti e drammatiche di questa tragedia del secolo scorso che causò la morte di milioni di persone.

Inaugurerà l’iniziativa un Convegno Internazionale dal titolo “La Grande Guerra. Il fronte alpino, la società, la memoria storica”, giovedì 23 presso l’Auditorium Giorgio Gaber – P.zza Duca d’Aosta, 3- e venerdì 24 ottobre – Sala Pirelli – via F. Filzi, 22 – che si propone di fare il punto sugli studi storici e sociologici relativi a questi temi, di analizzare questioni d’attualità come la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico della Prima guerra mondiale.
Partendo dalla volontà di ribadire che “non esistono piccole guerre” allo Spazio Oberdan verrà dedicata una rassegna cinematografica a tema, con film e documentari non solo relativi alla Grande Guerra ma anche a conflitti più recenti e localizzati. Oltre alle proiezioni sono in programma spettacoli dal vivo e un appuntamento cine-radio-musicale.

Saranno diverse le occasioni per riflettere non solo sulla Grande Guerra, ma anche su conflitti più recenti e delimitati.

Mercoledì 29 ottobre alle h 14.30 sarà “La grande Guerra” di Monicelli ad aprire la rassegna che proseguirà alle h 17.00 con “No Man’s land”, vincitore nel 2002 del Premio Oscar come Miglior Film Straniero.

Giovedì 30 ottobre, dopo un pomeriggio che prevede le proiezioni di “Kippur” e “Orizzonti di gloria”, alle h 22.00 sul palco dello Spazio Oberdan si potrà assistere ad un evento unico: lo spettacolo radio-musicale dal vivoLa guerra dei mondi remix” omaggio al celeberrimo programma radiofonico di Orson Welles trasmesso dalla CBS esattamente settant’anni fa “La guerra dei mondi”, simulando un attacco alieno il 30 settembre 1938, scatenò il panico generale e aprì al futuro regista di “Quarto Potere” le porte di Hollywood.

Gaetano Cappa e Marco Drago come voce narrante, dopo il grandissimo successo ottenuto in occasione della rassegna “Brucia l’Antenna arde lo schermo”, ripropongono agli spettatori dello Spazio Oberdan tutta la loro abilità di fantasisti del suono e della parola utilizzando la voce originale di Orson Welles, alternandole a canzoni, temi musicali suonati dal vivo e alla narrazione in italiano.
Oltre a questo sono altri due gli appuntamenti con spettacoli dal vivo.

Sabato 1 novembre alle h 19.15 “Donne, al voto!” di e con Eleonora Dall’Ovo, regista-attrice che calca il palco dal 1988, profonda conoscitrice del Women’s Theatre, riporterà alla luce il difficile percorso femminile verso la conquista del diritto al voto, un viaggio nei primi anni del secolo scorso per raccontare tutte le difficoltà di essere donna durante la Prima Guerra Mondiale.

Domenica 2 novembre alle h 17.00 Marco Balbi, attore e regista milanese tra i più riconosciuti, presterà la sua voce per le letture di “La Guerra in fronte. Diario di un soldato 1915-1918. Il cinema, la musica e le pagine di un diario inedito” in cui le musiche composte e interpretate da Massimo Bubola e le immagini di repertorio inedite sulla Prima guerra mondiale, selezionate e montate dal regista Paolo Lipari dopo il ripristino effettuato da Cineteca Italiana, faranno da sfondo al racconto dei sentimenti che accompagnano la vita in trincea
Alle h 19.00 la rassegna si concluderà con il documentario “Scemi di guerraalla presenza del regista Enrico Verra, straordinario e drammatico spaccato sulla realtà di quei soldati sprofondati nella malattia mentale dalle atrocità vissute nel conflitto, costretti tuttavia a continuare a combattere a suon di scariche elettriche e terapie ipnotiche e il cui destino veniva tenuto il più possibile tenuto nascosto per ragioni di propaganda.

Al 90º Anniversario della fine della Grande Guerra è dedicata una sezione speciale nel circuito cinematografico “Arrivano i film” 2008-2009.

***********************************


Programma completo della rassegna:

MERCOLEDÌ 29 OTTOBRE

h 14.30
LA GRANDE GUERRA
R.: Mario Monicelli. Sc.: Age e Scarpelli, M. Monicelli, Luciano Vincenzoni. Int.: A. Sordi, Vittorio Gassman, Silvana Mangano, Romolo Valli, Bernard Blier, Folco Lulli, Nicola Arigliano, Tiberio Murgia. Italia/Francia, 1959, b/n, 135’.

h 17.00
NO MAN’S LAND
R, sc. e musica: Danis Tanovic. Int.: Branko Djuric, René Bitorajac, F.Filip Sovagovic, Simon Callow, Katrin Cartlidge. Bosnia/Slovenia/Francia/Belgio/GB/Italia, 2001, col., 98’, v.o., sott. it.

GIOVEDÌ 30 OTTOBRE

h 14.30
KIPPUR

R.: Amos Gitai. Sc.: A. Gitai, Marie-José Sanselme. Int.: Liron Levo, Tomer Ruso, Uri Ran Klauzner, Yoram Hattab. Isr./Fr./It., 2000, col., 123’.

h 16.45
ORIZZONTI DI GLORIA
R.. Stanley Kubrick. Sc.: S. Kubrick, Calder Willingham, Jim Thompson, dall’omonimo romanzo di Humphrey Cobb. Int.: Kirk Douglas, Ralph Meeker, Adolphe Menjou, George Macready.
USA, 1957, b/n, 86’, ver. orig. inglese.

h 22.00
Spettacolo radio musicale dal vivo
LA GUERRA DEI MONDI REMIX
Sul palco: Gaetano Cappa (ukulele, campionatore, elettronica, voce); Sebastiano De Gennaro (percussioni e rumori); Marco Drago (voce narrante e campionatore), Orson Welles (Voce)
La guerra dei mondi remix è la celebrazione in musica del famoso programma di Orson Welles tramesso dalla CBS il 30 ottobre 1938, esattamente settant’anni fa. Gli elementi sonori dello show sono l’elettronica, l’ukulele, le percussioni, i campioni e la voce narrante. Una suite che utilizza le voci del radiodramma originale, compresa quella di Orson Welles, alternandole a canzoni, a temi musicali suonati dal vivo e alla narrazione in italiano. Welles, giocando sull’autorevolezza della radio dell’epoca, paragonabile a quella attuale della televisione, architettò un radiodramma che fu scambiato per realtà, provocando reazioni di panico in moltissimi ascoltatori del programma, convinti che davvero la terra si trovasse sotto attacco da parte di bellicosi extraterrestri. La cosa diede a Welles, allora solo ventiduenne, una tale notorietà che per lui si aprirono le porte di Hollywood, dove avrebbe realizzato nel 1941 il suo primo lungometraggio, Quarto potere. Si trattò insomma di un momento importante per la storia dei mezzi di comunicazione, meritevole di un omaggio o, come si dice oggi, di un remix.

VENERDÌ 31 OTTOBRE

h 14.30
UNA LUNGA DOMENICA DI PASSIONI
R.: Jean-Pierre Jeunet. Sc.: Guillame Laurant. Int.: Audrey Tatou, Gaspar Ulliel, Dominique Pinon, Chantal Neuwirth. Francia/USA, 2005, col. 133’.

h 17.00
ALEXANDRA
R.: Aleksandr Sokurov. Sc.: Aleksandr Sokurov. Int.: Galina Vishnevskaya, Vasily Shetvtsov, Raisa Gichaeva. Francia/Russia, 2007, col., 92’.

SABATO 1 NOVEMBRE

h 17.00
SOTTO LE BOMBE
R.: Philippe Aractingi. Sc.: P. Aractingi, Michel Léviant. Int.: Nada About Farhat, Georges Khabbaz, Rawya El Chab, Bshara Atallah. Distribuz.: Fandango. Bel./Fr./UK/Libano, 2007, col., 98’.

h 19.15
Spettacolo dal vivo DONNE, AL VOTO!
I primi movimenti femminili italiani durante la prima guerra mondiale Spettacolo dal vivo di e con Eleonora Dall’Ovo.
Donne al voto! ricostruisce la condizione delle donne nella Prima guerra mondiale e il contributo politico- civile-sanitario che esse diedero alla Patria non solo prendendo i posti di lavoro degli uomini impegnati al fronte, ma anche mettendo al servizio dello Stato le proprie forze in numerosissime forme di assistenza morale e sanitaria ai soldati e alle loro famiglie. Un viaggio nel tempo fra il 1903 e il 1920, per raccontare attraverso immagini e documenti recuperati da diversi archivi storici milanesi le battaglie dei primi movimenti femminili italiani volti a migliorare la condizione delle donne attraverso la conquista del diritto al voto.

A seguire
DOPPIO SGUARDO SULLA GRANDE GUERRA
Realizzazione: Lucio Fabi, Giampaolo Penco. Produz.: La Cineteca del Friuli. Italia, 2006, b/n e virato, 38’.

DOMENICA 2 NOVEMBRE

h 11.00
IL PIAVE MORMORÒ
R. e sc.: Vico D’Incerti, Guido Guerrasio. Commento: Selezione di V. D’Incerti, G. Guerrasio con brani di testi tratti da Corrado Alvaro, Giovanni Comisso, Curzio Malaparte, Armando Diaz, Amedeo Tosti, Alfredo Panzini, Umberto Saba, Piero Jahier, Gianni Stuparich, Giuseppe Ungaretti, Mario Mariani, Vittorio Locchi, Manlio Lupinacci, Scipio Slataper. Voce narrante: Nando Gazzolo Italia, 1964, b/n, 93’

h 17.00
Spettacolo dal vivo
LA GUERRA IN FRONTE
Diario di un soldato 1915- 1918 Il cinema, la musica e le pagine di un diario inedito
Lina Moltalbano, una cittadina milanese alle soglie dei cento anni, ha affidato alla Cineteca Italiana il diario di guerra di suo padre Salvatore da lei affettuosamente custodito per tutta la vita. Originario di Palermo, giornalista e sceneggiatore di film muti, allo scoppio della Prima guerra mondiale Salvatore Montalbano partì volontario come cronista di guerra sul fronte del Medio Isonzo. Dai suoi scritti,appassionante narrazione della vita quotidiana in trincea, in un’alternanza di sentimenti come la paura del nemico e della morte, l’ansia del combattimento, l’utopia della vittoria, è nato questo spettacolo che è un intreccio di elementi visivi, letterari e musicali. Il percorso si articola nella lettura delle pagine salienti del diario, intrecciata con la visione di immagini di repertorio sulla Prima guerra mondiale provenienti dall’archivio filmico della Cineteca Italiana e dall’Archivio fotografico del Comune di Milano. La lettura scenica dal vivo è affidata a Marco Balbi, attore e regista di prosa milanese che ha lavorato nei principali teatri italiani. Altro elemento che come testo nel testo compone lo spettacolo sono le canzoni interpretate dal celebre cantautore veronese Massimo Bubola, brani appartenenti sia alla tradizione popolare sia nuove produzioni da lui firmate. I materiali filmici inseriti nello spettacolo, spesso frammenti di documentari e cinegiornali d’epoca per lo più inediti (sui quali è stato necessario un lavoro di ripristino curato dalla Cineteca Italiana), sono stati selezionati e montati dal regista comasco Paolo Lipari.

Prima dello spettacolo proiezione di TA PUM
R., sogg., animaz., scenog.: Bruno Bozzetto. Produz.: Bozzetto Film, Italia, 1958, col., 13’, animazione.

h 19.00
SCEMI DI GUERRA
R.: Enrico Verra. Sc.: E. Verra, Francesca Zanza, Davide Sapienza. Fot.: Gherardo Gossi, Mont.: Claudio Cormio, Cristina Sardo, Annalisa Schillaci. Mus.: Giuseppe Napoli.Italia, 2008, b/n e col., 50’.
Il regista Enrico Guerra sarà presente in sala per un incontro con il pubblico

Info per il pubblico: 02 29 00 56 59 – www.cinetecamilano.it

Condividi questa pagina