Omaggio a Selma Lagerlöf

Spazio Oberdan (Milano) - Mercoledì 5 e venerdì 7 novembre

Fondazione Cineteca Italiana in collaborazione con la casa editrice Iperborea e l’Ambasciata di Svezia presenta un’iniziativa dedicata a Selma Lagerlöf (1858-1940) in occasione del centocinquantesimo anniversario della sua nascita.

Vincitrice del Premio Nobel per la letteratura nel 1909, prima donna a essere nominata fra gli Accademici di Svezia nel 1914, Selma Lagerlöf è sicuramente la scrittrice svedese più nota ed apprezzata grazie alle opere La saga di Gösta Berling (1981, Iperborea 2007), Viaggio meraviglioso di Nils Holgersson (1907, Mondadori 2005) e L’Imperatore di Portugalia (1914, Iperborea 1991) nelle quali la scrittrice rivela tutta la sua sensibilità poetica e il forte legame con le tradizioni, le leggende della sua terra in cui riconosceva una naturale corrispondenza tra realtà e dimensione onirica.

Queste due giornate nascono dunque per far rivivere, in un’accezione multimediale, la meravigliosa opera di colei che Margherite Yourcenar definì come “la più grande scrittrice dell’800”. Prima di tutto attraverso le proiezioni di due capolavori, accompagnati dal pianoforte di Francesca Badalini, come Il Carretto fantasma di Victor Sjöström (mer. 5 nov. h 21.00) e La leggenda di Gösta Berling di Mauritz Stiller (ve. 7 nov. h 21.00) considerato il “canto del cigno” del muto svedese che rivelò al mondo il talento di Greta Garbo e che qui presentiamo per la prima volta allo Spazio Oberdan nella copia più integrale e restaurata esistente del film.

Ma l’omaggio sarà arricchito anche dalla straordinaria musica di Riccardo Zandonai con un concerto per piano, canto e voce narrante di brani tratti da I cavalieri di Ekebù e dalla intensa lettura scenica, ispirata al finale de La saga di Gösta Berling, ideata da Luca Scarlini (merc.5 nov. h 21.00), anticipati da un breve intervento di Gunnel Becker su “Selma Lagerlöf e l’Italia”.

****************

Programma dell’iniziativa:

MERCOLEDÌ 5 NOVEMBRE ORE 21
Intervento di Gunnel Becker su “Selma Lagerlöf
e l’Italia”.
A seguire: Concerto per piano, canto e voce narrante con brani tratti da I cavalieri di Ekebù di Riccardo Zandonai
eseguito da Luca Scarlini,Monica Benvenuti e Hideiko Hinohara.
A seguire, proiezione:
Il carretto fantasma
R.: Victor Sjöström. Sc.: Selma Lagerlöf, dal suo romanzo omonimo. Int.: Victor Sjöström, Astrid Holm, Hilda Borgstrom.
Svezia, 1921, b/n, 80’, muto, did. ital.
Un film fantastico-fiabesco, protagonista un alcolizzato che muore di tisi la notte di Capodanno. Secondo la leggenda, dovrà fare il carrettiere per tutto l’anno successivo. Quando si accorge che per colpa sua la moglie e una missionaria che aveva tentato di salvarlo stanno per morire, si pente e ottiene di tornare in vita per tentare di salvarle. Accompagnamento
dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini.
Al termine
: Cenere, lettura scenica per due voci e pianoforte ispirata al finale della Saga di Gösta Berling eseguita da Luca Scarlini, Monica Benvenuti e Hideiko Hinohara.


VENERDÌ 7 NOVEMBRE ORE 21
La leggenda di Gösta Berling
R.: Mauritz Stiller. Sc.: M. Stiller, R. Hyltén-Cavallius, dall’omonimo romanzo di Selma Lagerlöf. Int.: Greta Grabo, Lars Hanson, Gerda Lundequist, Otto Elg-Lundberg, Jenny Hasselquist. Svezia, 1924, b/n, 155’ muto, did. ital., copia restaurata.
La storia è ambientata intorno al 1820 nel Varmland (Sudovest della Svezia). Gösta Berling, pastore scacciato dalla sua
parrocchia per alcolismo, si aggrega alla confraternita dei “cavalieri di Ekebù”, una dozzina di avventurieri chiassosi e festaioli, una specie di guardia del corpo della ricchissima Comandante Margareta, che li ospita a sue spese nel castello di Ekebù. Gosta diventa il precettore della giovane Elisabeth, sposata al conte Dohna, e di lui segretamente innamorata. Ripudiata dal marito, Margareta dà fuoco al castello, che sarà ricostruito dai cavalieri e da Gösta, al quale la Comandante,
scarcerata e vedova, affiderà la direzione delle sue ferriere e rivelerà l’amore di Elisabeth, ormai libera. Questa che presentiamo è la più integrale copia esistente del film, restaurata e proveniente da Swedish Film Institute di Stoccolma.
Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini.

Ingresso 5 euro senza obbligo di cinetessera

Info per il pubblico: Fondazione Cineteca Italiana – Tel. 02 29 00 56 59

Condividi questa pagina