A Roma una rassegna sul cinema bellico

Cinema Trevi (Roma) - Dal 5 all'8 novembre

Le celebrazioni del 4 novembre per ricordare la fine della prima guerra mondiale e per la Festa delle Forze Armate fanno tappa al Cinema Trevi con una rassegna di film bellici, curata da Maurizio Cabona e realizzata in collaborazione con il Ministero della Difesa.

Genere cinematografico poco frequentato dal cinema italiano, il film di ambientazione militare si ritaglia nel dopoguerra uno spazio produttivo negoziando con gli spettatori una condizione di equilibrio tra la spettacolarità intrinsecamente connessa al genere bellico (pensiamo ai film di guerra americani che già nel 1945 vengono proiettati sui nostri schermi) e la condizione di un Paese che, come Macario ne L’eroe della strada, pare talvolta chiedersi: «Ma questa guerra l’abbiamo vinta o l’abbiamo persa»? Ne risulta una proposta cinematografica che merita un approfondimento e che va dal “neorealismo eroico” di Francesco De Robertis con film come Carica eroica sulla campagna di Russia e l’ultima carica di cavalleria; al mélo popolare di Vittorio Cottafavi ne La fiamma che non si spegne sul sacrificio di Salvo D’Acquisto; al vero e proprio cinema bellico di Duilio Coletti, che utilizza sapientemente le convenzioni del genere per alternare l’epica delle gesta militari con la dimensione umana, la ricostruzione in studio con il realismo documentaristico, come in Divisione Folgore.

In parallelo, per ricordare i 90 anni dalla fine della prima guerra mondiale, verranno proiettati La grande guerra di Mario Monicelli e Gloria: apoteosi del milite ignoto, il documentario realizzato nel 1921 per descrivere il viaggio della salma del milite ignoto da Trieste, attraverso tutte le maggiori città italiane, fino a Roma. Gloria è stato recentemente restaurato dalla Cineteca Nazionale e dalla Cineteca del Friuli.

Mercoledì 5, alle ore 17.00, inaugurazione della retrospettiva alla presenza del Ministro della Difesa Ignazio La Russa. Seguirà un incontro moderato da Maurizio Cabona con Giulio Andreotti, Franco Cangini, Nico Perrone, Gianluigi Rondi, Domenico Rossi, Vezio Vascotto

Rassegna a ingresso gratuito

Peri info: www.fondazionecsc.it

Condividi questa pagina