Cinema e letteratura a Bologna

IV Edizione - Bologna, 2-30 novembre 2008

Per la prima volta in versione autunnale, torna il festival Le parole dello schermo, ideato da Angelo Guglielmi, promosso dal Settore Cultura e rapporti con l’Università del Comune e dalla Cineteca di Bologna.

L’indagine sui rapporti tra cinema e lettura quest’anno si concentra su tre temi principali: La Romania, L’avventura domani, Vampiri e dintorni.

Spalmato lungo un mese, il programma del festival conta quest’anno su uno scambio affettivo prolungato nel tempo proponendo una continuità di appuntamenti per un pubblico alla ricerca non solo dell’evento ma anche della riflessione e dell’approfondimento. Di particolare rilievo il tema della Romania, di cui Le parole dello schermo ospiterà le voci più attuali della scena letteraria e di quella cinematografica contemporanea, quest’ultima particolarmente vitale per qualità e quantità delle sue proposte.

All’anteprima del film Tiffany e i tre briganti è affidata l’inaugurazione del festival il 2 novembre (Cinema Lumière, ore 16) introducendoci così alle suggestioni del tema dell’avventura che assieme alle numerose voci di autori e registi romeni costituirà il nucleo centrale de Le parole dello schermo, nei giorni successivi (dal 5 al 9 novembre).

Il 6 e 7 novembre dalle 15.30 alle 18.30 all’Auditorium Enzo Biagi di Sala Borsa Focus sulla letteratura e sul cinema romeni: giovedì 6 ci troveremo di fronte ad una foto d’epoca generazionale degli scrittori romeni contemporanei, quasi tutti debuttanti nel panorama letterario degli anni Novanta.

Venerdì 7, dalle 15.30 alle 18.30, sempre nell’Auditorium di Sala Borsa, Focus sul cinema, confronto fra protagonisti del cinema romeno e italiano coordinato da Andrea Morini, Bruno Gambarotta, Giovanna Zucconi, Bruno Mazzoni. Intervengono: Catalin Mitulescu, Marian Tutui, Tudor Voican, Dorotheea Petre, Stere Gulea, Antonello Grimaldi, Roberto Dordit, Francesco Munzi.

Un video intervento di Claudio Magris, realizzato per il festival, introdurrà i due focus. Lo scrittore sottopone il proprio punto di vista sulla letteratura dell’Est europeo.

Il tema dell’avventura fa il suo ingresso nelle giornate dell’8 e il 9, con il convegno Le zattere della Medusa: l’avventura domani, promosso dalla Cineteca di Bologna, a cura di Hamelin Associazione culturale e della rivista Lo Straniero. L’avventura, che è sempre stata il genere per ragazzi per eccellenza, sembra oggi pressoché scomparsa dalla letteratura, dal cinema, dall’intero immaginario collettivo. Eppure cela una predisposizione all’agire e uno slancio verso il futuro di cui la nostra società avrebbe molto bisogno.

Sabato 8, dalle ore 10.00 alle 13.00, all’Auditorium Enzo Biagi - Sala Borsa. prima sessione: Naufragi contemporanei; ore 15.00 – 18.00 seconda sessione: La corsa ad ostacoli. Educazione e avventura.

La terza sessione, dedicata a Viaggio ed esotismo, è in programma domenica 10 al Cinema Lumière con gli interventi di Renato Novelli, Maria Attanasio, Paola Splendore, Mimmo Candito, Emiliano Morreale.

Molte le proposte cinematografiche sugli schermi del Lumière. Da segnalare in particolare il contributo del decano della cinematografia romena Lucian Pintilie, a cui il festival ha lasciato ‘carta bianca’ per una selezione di film tra i più rappresentativi della sua nazione. Non mancano gli appuntamenti avventurosi mentre i vampiri (e dintorni) saranno i simpatici protagonisti di quattro lunedì consecutivi, a cominciare dal 3 novembre al Teatro Comunale con la proiezione di The Vampyr: a Soap Opera di Nigel Finch. Da non perdere per gli amanti del genere, la maratona cinematografica (sabato 15 novembre, dalle ore 18.00 alle 2.00, Sala Cervi della Cineteca) organizzata da un caro amico del festival, lo scrittore Valerio Evangelisti che saluterà il pubblico dallo schermo grazie ad una video intervista realizzata appositamente per questa sezione. E proprio con i vampiri il festival si congeda con un piccolo sforamento al 1° dicembre: in biblioteca Renzi lo scrittore Franco Pezzini parlerà del suo libro, scritto insieme con Angelica Tintori, The Dark Screen (Gargoyle Books edizioni) mentre al cinema Lumière passeranno due classici del genere, Dracula di Tod Browning e Il demone nero di Dan Curtis.

La quarta edizione di Le parole dello schermo propone 66 film di cui 4 anteprime per Bologna (Tiffany e i tre briganti di Hayo Freitag; Ulzhan di Volker Schlöndorff , Pesquit Sportiv di Adrian Sitaru, Vicino al Colosseo c’è Monti di Mario Monicelli); 8 presentazioni di libri; 50 gli ospiti annunciati tra scrittori, registi, sceneggiatori molti dei quali daranno vita ad eventi speciali: Emir Kusturica (2 novembre), Roberto Escobar (4 novembre), Nanni Moretti (5 novembre), Pino Cacucci (5 novembre), Mario Monicelli (9 novembre), Manoel de Oliveira e João Benárd da Costa (16 novembre).

Giovani videoamatori supportati dal Comune di Bologna seguiranno il festival per CrossingTv, l’emittente che si propone come una esperienza di socializzazione attraverso le immagini. Una troupe seguirà gli incontri principali del festival ricavandone poi una sintesi filmata per il canale web. CrossingTV è la prima web tv italiana realizzata da una redazione interculturale di ragazze e di ragazzi dai 16 ai 20 anni.

Cineteca di Bologna
Cinema Lumière – via Azzo Gardino, 65
Biblioteca Renzo Renzi – via Azzo Gardino, 65
Sala Cervi – via Riva Reno, 72

Sala Borsa
Auditorium Enzo Biagi - piazza Nettuno, 3

Teatro Comunale di Bologna
Sala Bibena - Teatro Comunale di Bologna – Largo Respighi, 1

Il festival Le parole dello schermo è promosso dal Comune di Bologna e dalla Cineteca del Comune di Bologna con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema, Regione Emilia Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e la collaborazione di Ente Mostra Cinema Libero, Università di Bologna, Sala Borsa, Hamelin Associazione Culturale e Lo straniero. Main Sponsor Gruppo Hera. Partner Centrul National al Cinematografiei; Arhiva Nationala de Filme-Cinemateca Romana, Universitatea Naţională de Artă Teatrală şi Cinematografică di Bucarest.

PER INFORMAZIONI:

Segreteria del Festival - via Riva di Reno 72 - Tel 051 219 48 19
e-mail: [email protected]

Cinema Lumière - Via Azzo Gardino 65 - Bologna - Tel. 051 219 53 11
sito web: www.cinetecadibolonga.it

Condividi questa pagina