Al Giffoni Film Festival tre idee creative diventano cartoni animati

I cortometraggi vincitori del contest legato al Bosch Missione Ambiente

Sono stati presentati ieri mattina nella Sala Truffaut, i tre cortometraggi realizzati con il supporto dello staff del Giffoni Experience e ispirati ai lavori dei ragazzi vincitori del contest creativo Il futuro che vorresti all'interno del progetto Bosch Missione Ambiente.

Oltre 4.500 scuole italiane d'infanzia, primarie e secondarie, tra pubbliche e private, hanno aderito al progetto didattico-creativo di Bosch allo scopo di far riflettere i ragazzi attraverso un un percorso formativo di responsabilità nei confronti dell'ambiente. Gli studenti sono stati coinvolti in modo divertente e stimolante ed hanno utilizzato vademecum e schede informative per le attività d’aula.
L’obiettivo dell’iniziativa era quello di insegnare che la tecnologia può fornire gli strumenti per ridurre le emissioni di CO2 e gli sprechi di energia nella vita di tutti i giorni.
Le classi hanno potuto partecipare ad un contest creativo basato sulla rappresentazione, attraverso disegni, storie, fumetti, filmati e canzoni, del futuro del nostro pianeta così come immaginato dagli alunni.

I tre vincitori assoluti, uno per ogni ordinamento scolastico, sono diventati i veri protagonisti vedendo realizzata e proiettata, durante il Giffoni Film Festival, la propria idea creativa con tre cartoni animati.

Le scuole vincitrici sono:
- La Scuola Materna Campioni Polti di Garessio (Cuneo), con l’elaborato “Angelica e le sue sorelle”. Storia di tre pale eoliche che si integrano con la flora e la fauna circostante. Tema affrontato: lo sviluppo sostenibile.
- La scuola primaria Giuseppe Giacosa di Settimo Torinese (Torino), con “Tina e le altre nella città di Anoipiacecosì”. L’elaborato tridimensionale racconta di un gruppo di cicogne che, prima di migrare, aiutano e insegnano ai bambini a tenere pulito il territorio. Tema affrontato: la responsabilizzazione nei confronti dell’ambiente da parte delle nuove generazioni.
- La scuola secondaria di 1° grado San Alfonso dei Liguori di Pagani (Salerno), con “L'ispettore Termostato e l'importanza delle energie rinnovabili”, un testo molto particolareggiato, con una forte caratterizzazione dei personaggi. Tema affrontato: la riduzione degli sprechi energetici e l’utilizzo di nuove energie; solare, eolica, geotermica, biomassa e delle maree.

Informazioni sul progetto sono disponibili sul sito www.boschmissioneambiente.it

Condividi questa pagina