Speciale Bela Lugosi

Domenica 29 luglio - Spazio Oberdan (Milano)

La Fondazione Cineteca Italiana dedica l’appuntamento del 29 luglio delle domeniche di Cineteca 60 a Bela Lugosi, icona del cinema horror classico.

In programma tre lungometraggi - Murders in the Rue Morgue (1932, di Robert Florey tratto da un racconto di E. A. Poe), The Black Cat (1934, di Edgar Ulmer, sempre tratto da Poe) e il capolavoro di Tod Browning Dracula (1931), a cui si aggiunge un corto con i tagli di montaggio del celebre Glen or Glenda (1953), primo film “transgender” di successo, mitico incontro tra due figure leggendarie del cinema “explotation”: Ed Wood (“il peggior regista di tutti i tempi”) e Bela Lugosi che rimase un attore schiacciato dal peso del suo primo ruolo.
Al termine della proiezione serale, un concerto dal vivo della band milanese Soul Takers completerà l’omaggio a Lugosi con atmosfere dark musicali come ideale proseguimento di quelle cinematografiche.

Ungherese di nascita, Bela Blasko prese il nome d'arte dalla sua città e diventò Bela Lugosi. Nel 1921 emigra negli Stati Uniti e il suo primo grande ruolo è quello di Dracula in uno spettacolo teatrale del 1927 che riscuote un successo clamoroso a Broadway, tanto che quando nel 1931 Tod Browning ideò la prima vera versione filmica del romanzo di Bram Stoker lo chiamò tra gli interpreti principali. La sua fortuna cinematografica iniziò, però, sotto un segno infausto: quello della morte di Lon Chaney, che Browning avrebbe voluto come “primo vampiro”. E invece toccò a lui, brillantina nei capelli, trucco pesante, matita negli occhi e accento suadente a dare il volto a Dracula, ruolo nel quale rimase imprigionato, come nel peggiore degli incubi. Il risultato di questo connubio entrò a far parte della storia del cinema: il Dracula di Tod Browning fu un grande successo popolare, che contribuì a lanciare un genere popolare di vasta fortuna, e sull'onda di una crescente popolarità, Lugosi interpretò molte pellicole horror e di altri generi “exploitation”, a basso costo di realizzazione.
Nel corso del tempo, consumato dalla droga e da una forma di nevrosi paranoica che lo portava a una totale identificazione con il personaggio che gli aveva dato successo, in cambio di una facile popolarità abilmente orchestrata dalla stampa scandalistica, Lugosi accettò di perpetuare il conte vampiro anche nella vita privata, diventato la patetica parodia di se stesso. Dimenticato dai produttori, ignorato dalla critica, allontanato da gran parte dei colleghi, Lugosi, tra un ricovero e l'altro, continuò ad apparire saltuariamente in film di scarsissimo pregio. Morì di infarto nell'agosto del 1956 e fu seppellito, per sua volontà, con il mantello di Dracula.

h 17.00

Murders in the Rue Morgue
R.: Robert Florey. Sc.:R. Florey, Tom Reed, Dale Van Every, John Huston, liberamente tratto dal racconto Gli assassini della Rue Morgue di Edgar Allan Poe . Int.: Bela Lugosi, Sidney Fox, Leon Ames, Brandon Hurst. USA, 1932, b/n, 75’, v. o. ingl.

Parigi, metà Ottocento. Uno scienziato pazzo, il dottor Miracolo, rapisce e sacrifica donne per incrociare il loro sangue con quello di un gorilla che esibisce in un baraccone al fine di dimostrare una sua bizzarra teoria evoluzionista. Un giorno la scimmia, innamoratosi di una delle vittime, fugge per i tetti della città trascinando con sé la ragazza.

h 19.00

The Black Cat
R.: Edgar G. Ulmer. Sc.: E.G. Ulmer, Peter Ruric, liberamente tratta dal racconto Il gatto nero di E.A. Poe. Int.: Bela Lugosi, Boris Karloff, David Manners, Lucille Lund. USA, 1934, b/n, 66’, v. o. ingl.

Poelzig è un sanguinario satanista che sacrifica donne e ne conserva i corpi imbalsamati in cantina. A fermarlo ci penserà il dottor Verdegast, deciso a vendicare la morte della moglie e la scomparsa della figlia.

h 21.00

Dracula
R.: Tod Browning. Sc.: Bram Stoker, Dudley Murphy, Garrett Fort, John L. Balderston, dall’opera teatrale omonima di Hamilton Deane. Int.: Bela Lugosi, Edward Van Sloan, David Manners, Dwight Frye, Helen Chandler. USA, 1931, b/n, 75’.

Primo film sonoro ispirato al romanzo del 1897 di Bram Stoker, di cui però usa l’adattamento teatrale di Deane. L’ avvocato Harker viene inviato in Transilvania dal suo datore di lavoro per gestire un acquisto fatto dal Conte Dracula. Il giovane scoprirà presto il terribile segreto del Conte.

A seguire

Flies in a Jar
Concerto dal vivo dei Soul Takers


Un concerto acustico dal vivo del gruppo Soul Takers, in cui la band proporrà, tratti dal loro nuovo Cd Flies in a Jar, brani caratterizzati da timbri e armonie provenienti dalla musica classica cameristica di fine ‘800 fusa con la potenza del prog-rock, per dar vita ad atmosfere ora drammatiche e teatrali, ora malinconiche e decadenti. Musicisti: Dino Brentali (voce), Francesca Badalini (chitarra), Federica Badalini (pianoforte), Andrea Grumelli (basso), Mauro De Brasi (batteria).

Ingresso € 3,00 con Cinetessera

Info per il pubblico: biglietteria Spazio Oberdan - Viale Vittorio Veneto 2, Milano - tel. 02.7740.6300

Condividi questa pagina