Milano Cinema Slow: l’acqua protagonista

Spazio Oberdan - Milano, sabato 6 ottobre 2007

Promossa da Provincia di Milano/Settore cultura, Comune di Milano–Cultura, Fondazione Cineteca Italiana e Slow Food Milano, la rassegna “MilanoCinemaSlow” giunta alla sua terza edizione, vede per sabato 6 ottobre una giornata ricca di appuntamenti, tutti legati al tema centrale di quest’anno: l’acqua.

In programmazione a partire dal primo pomeriggio ci saranno alcuni cortometraggi di Giulio Questi, che hanno come protagonista la vita che pullula attorno a due fiumi delle nostre terre: il Po, esteso anche a la striscia di terra attorno al suo delta (con i film Om ad Po e Avamposti) e il Tevere (con Argini). Alle ore 15.00 in programma anche Centochiodi di Ermanno Olmi, che veste con gli abiti della parabola evangelica una provocazione profonda e un atto di denuncia in cui il fiume Po, con il suo stato di degrado, diventa simbolo del generale impoverimento morale, civile, religioso degli italiani.

Alle ore 17.00 ci sarà il Processo al pesce siluro con Ettore Tibaldi e Carlo Casti, dove la drammaturgia teatrale del processo sarà espediente scenografico per trattare un argomento importante e controverso: la diffusione del pesce siluro nelle nostre acque, come conseguenza dell’inquinamento. Indagini, interrogatori, accusa e difesa a confronto, con un tribunale virtuale, ma del tutto simile a quelli reali, per un pesce “clandestino” che devasta il mare, i fiumi e i laghi.

Alle ore 19.00 Nostos – Il ritorno di Franco Piavoli che dispiega in un racconto mitico, tra suoni della natura e dialoghi minimali, il ritorno a casa per mare di un eroe simile a Ulisse.

Alle ore 21.15 Il fiume di Tsai Ming- Liang, un autore che ha fatto dell’acqua un elemento e un simbolo forte dei suoi film. “L’acqua rappresenta il tempo, per i miei film. – egli dice – Lo scorrere dell’acqua rimanda allo scorrere inesorabile del tempo, che trova sempre un canale diverso per defluire. A me interessano i flussi idraulici, i cicli misteriosi, invisibili che compie l’acqua, che cade dal cielo, si raccoglie sotto terra, viene canalizzata nelle reti idriche cittadine e poi viene continuamente rimessa in circolo. Quando preparo un film cerco sempre di far rientrare tutti gli elementi in questo flusso vitale dell’acqua.”

PROGRAMMA PROIEZIONI SABATO 6 OTTOBRE allo SPAZIO OBERDAN

ORE 15.00 - PROIEZIONE
OM AD PO.
R.: Giulio Questi. Italia, 1958, b/n, 10’.
La vita degli om ad Po (uomini di Po), sorta di clochard che, abbandonate le famiglie, le case e le consuetudini della vita sociale, prendono a vivere in stato di eremitaggio sulle rive del grande fiume,
adattandosi a quello che gli argini e le golene offrono loro.

CENTOCHIODI.
R. e sc.: Ermanno Olmi. Int.: Raz Degan, Luna Bendandi, Amina Syed, Michele Zattera, Damiano Scaini, Franco Andreani. Italia, 2005, col., 92’.
Un giovane e affermato professore universitario si trova al centro di una difficile indagine. Abbandona tutto e approda sulle rive del fiume Po dove scopre un vecchio rudere e se ne appropria. Intorno a questa nuova dimora si intrecciano storie d’amicizia, di vita quotidiana e d’amore tra il professore e gli abitanti del posto.

ORE 17.00 - INCONTRO - INGRESSO LIBERO - PROCESSO AL PESCE SILURO E ALTRI ALIENI DELLE NOSTRE ACQUE.

ORE 19.00 - PROIEZIONE

ARGINI.
R.:Giulio Questi. Italia, 1954, b/n, 10’.
Il sottotitolo del documentario, Omaggio al Tevere, spiega solo in parte il soggetto, dedicato non al fiume della città ufficiale ma agli aspetti minori e oleografici della vita periferica e suburbana.
AVAMPOSTO.
R.: Giulio Questi. Italia, 1959, b/n, 10’.
Il ritmo delle stagioni, la vita nei suoi aspetti più minuti e quotidiani nel paesaggio metafisico del Po di Tolle, la striscia di terra più desolata e suggestiva del Delta.
NOSTOS - IL RITORNO.
R. e sc.: Franco Piavoli. Int.: Luigi Mezzanotte, Giuseppe Marcoli, Alex Carozzo, Nicola Colella, Davide Forghieri, Alessandra Agosti, Ginevra Alighieri, Neria Poli. Italia, 1989, col., 87’.
In un luogo e in un tempo fuori dalla storia, sospesa in una dimensione mitica, il viaggio irto di pericoli e prodigo di rivelazioni di Nostos, che, come Ulisse, prende il mare per far ritorno a casa.

ORE 21.15 - PROIEZIONE
IL FIUME.
R.: Tsai Ming-Liang. Sc.: Tsai Ming-Liang, Yang Bi-Ying, Tsai Yi-Chun. Int: Lee Kang-Sheng, Lu Hsiao-Ling, Miao Tien, Chen Shiang- Chyi. Taiwan, 1996, col., 115’.
Xiao-Kang vive a Taipei e un giorno accetta la proposta di un’amica e fa la parte di un cadavere che galleggia in un fiume per un film. Il giorno dopo ha dei dolori e nulla riesce a recargli sollievo. Il padre lo porta in una vicina città dove ha saputo dell’esistenza di un santone. Padre e figlio, a reciproca insaputa, nell’attesa, si recano in una sauna gay e nel buio di una sala si incontrano senza saperlo.
Orso d’Argento premio speciale della Giuria al Festival di Berlino 1997.
Al termine - Brindisi con i vini di: Martini & Rossi, Rocca delle Macie, Chiarli 1860, Superwhites-Slow Food Friuli, Ascovilo, Movimento Turismo del vino lombardo, Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, Panificatori di Milano, Menodiciotto Gelati, Pausa caffè, Acqua Lurisia.

ALTRE INIZIATIVE

In corso fino all’11 ottobre: “Immagini del gusto”, mostra fotografica presso la Sala Liberty del Circolo Filologico Milanese, Via Clerici 10, Milano. L’emozione dei presidi di Slow Food attraverso gli occhi dei fotografi italiani. Ingresso libero

Domenica 7 ottobre, ore 16.00: “Torte in faccia & cinema”, Museo del Cinema Della Cineteca Italiana, Via Manin 2/B. Dopo l’antologia cinematografica “Torte in faccia”, a cura di Fondazione Cineteca Italiana (40’), piccolo laboratorio di pasticceria in cui saranno i bambini a confezionare i dolci. Finale a torte in faccia (a tutti i piccoli partecipanti saranno forniti appositi impermeabili). Al termine Brindisi con Acqua Lurisia.

ISTRUZIONI PER L’USO

SPAZIO OBERDAN
(viale Vittorio Veneto 2, Milano) - Biglietto di ingresso: € 3/5. Tessera annuale Cineteca: € 3.
MUSEO DEL CINEMA (via Daniele Manin 2/B, Milano) - Biglietto di ingresso: adulti € 3; bambini € 2.
Per i due appuntamenti al Museo del Cinema di domenica 7 e domenica 14 ottobre è obbligatoria la prenotazione telefonando al 346.9437293 (dal lunedì al venerdì, orario di ufficio, a partire da lunedì 1 ottobre).

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:
Spazio Oberdan, tel. 02.77406300
Provincia di Milano/Settore cultura, tel. 02.77406371
Slow Food Milano, tel. 02.55180914
Comune di Milano – Ufficio Cinema, tel. 02.884.62451/62452/62460

Condividi questa pagina