Il cinema italiano visto da Milano

VI edizione – Fondazione Cineteca Italiana: 24 gennaio – 3 febbraio 2008

Da giovedì 24 gennaio a domenica 3 febbraio 2008 si svolgerà la sesta edizione del festival IL CINEMA ITALIANO VISTO DA MILANO, organizzato da Fondazione Cineteca Italiana e sostenuto da Direzione Generale Cinema–Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Lombardia-Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Provincia di Milano/Settore cultura. I luoghi della manifestazione saranno Spazio Oberdan di Milano, Museo del Cinema–Gianni Comencini di Milano, Area Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano, Cineplex Astoria di Como.

Dopo il successo dell'edizione precedente, anche quest'anno nel corso del festival sarà presentata una rosa di lungometraggi di produzioni indipendenti, non ancora distribuiti, che costituiranno i film del concorso RIVELAZIONI: L'aria del lago di Alberto Rondalli; Billo, le grand Dakhaar di Laura Muscardin; Fuori dalle corde di Fulvio Bernasconi; Italian Dream di Sandro Baldoni; Ossidiana di Silvana Maja; Valzer di Salvatore Maira. I film saranno sempre accompagnati in sala dalla presenza del regista o dell’attore protagonista e a decretare il vincitore del concorso sarà il pubblico di spettatori dello Spazio Oberdan e di Area Metropolis 2.0. Grazie alla collaborazione di AGIS Lombarda e Regione Lombardia, il film vincitore del concorso di quest'anno verrà distribuito nei mesi successivi in alcune sale lombarde fra quelle del Circuito di qualità. Un lavoro, questo, che ha lo scopo di dare un concreto contributo a far trovare a questi film una strada per arrivare nelle sale di prima visione.

Il Cinema Italiano Visto da Milano darà poi conto della ricca produzione dei film italiani dell’anno 2007, con un programma molto articolato. Tutte le sere ci saranno incontri con gli autori a partire dalla serata inaugurale di giovedì 24 gennaio alle ore 21 con Ermanno Olmi il cui film Centochiodi è stato votato come il miglior film italiano del 2007 dai critici che Cineteca Italiana ha consultato con un referendum. Tra gli altri ospiti presenti alle proiezioni serali ricordiamo: Silvio Soldini, Ale & Franz, Fabrizio Bentivoglio, Franco Battiato, Saverio Costanzo, Pasquale Scimeca, Vittorio Rifranti, Antonio Bocola.

Nella sezione documentari verranno presentati opere importanti in anteprima per Milano: In fabbrica di Francesca Comencini, Il confine di Stefano Mordini, Il nostro Rwanda di Cristina Comencini, Parole sante di Ascanio Celestini, Il viaggio di Gesù di Sergio Basso, Un piede in terra, l’altro in mare di Silvio Soldini.

Ci saranno poi alcuni appuntamenti speciali in cui musica, teatro e cinema si incontreranno: un concerto jazz con il trio di Antonio Zambrini (sabato 26 gennaio) in ricordo di Luca Flores, grande pianista jazz scomparso tragicamente e prematuramente, sulla cui figura nel 2007 è uscito il film Piano solo; una serata dedicata a Giuseppe Garibaldi (mercoledì 30 gennaio) e animata da David Riondino, cantautore, poeta, cantastorie, che reciterà accompagnandosi con la chitarra scritti dello stesso Garibaldi, di cui è profondo conoscitore, prima della presentazione di I mille, film muto restaurato da Cineteca Italiana, sull’eroe dei due mondi; un omaggio a Marco Ferreri (venerdì 1 febbraio) con Enzo Jannacci che introdurrà la proiezione di L’udienza (in copia restaurata), di cui fu interprete protagonista nei panni del goffo personaggio di Amedeo, bloccato all’interno del sistema burocratico mentre cerca di avere udienza col papa; uno speciale cinema di animazione dedicato a Emanuele Luzzati (domenica 27 gennaio) con l’antologia di Tutti i Pulcinella 1959-1985, restaurata da Cineteca Italiana e presentata alla Mostra del Cinema di Venezia 2007, e a un giovane ma già affermato autore italiano, Simone Massi.

Cuore e preziosa chiosa di questa edizione del Cinema Italiano Visto di Milano sarà, sabato 2 febbraio, un importante convegno (diviso tra mattina e pomeriggio) dal titolo “Cinema italiano oggi. Il sentimento della realtà”, coordinato da Giorgio Gosetti e alla presenza di Gaetano Blandini, Direttore Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Sono stati invitati alcuni rappresentanti del movimento 100 Autori, Daniele Luchetti, Marco Bellocchio, Carlo Lizzani, Davide Ferrario, Giorgio Diritti, Gabriele Salvatores. Questa giornata di incontri e confronti, sulla nuova legge del cinema e sulle “ragioni del fare” di registi, sceneggiatori e attori, intende essere uno spazio di riflessione e di proposta su fondamentali temi di cambiamento possibile per guardare al futuro del nostro cinema.

Il festival si chiuderà domenica 3 febbraio con una serata molto articolata dove, oltre alla premiazione del film vincitore del concorso Rivelazioni, ci sarà un concerto dell’Orchestra di via Padova (composta da musicisti professionisti italiani e stranieri che abitano a Milano nella zona compresa tra via Padova e viale Monza) preceduto dal gioco-quiz di Luisa Morandini “Chi vuol esser dizionario?”, sulla storia del cinema.

Info per il pubblico, sale di proiezione e modalità di accesso:

Spazio Oberdan – Viale Vittorio Veneto 2, Milano
Ingresso: biglietto € 2 con Cinetessera (€ 3)
Abbonamento a tutti gli spettacoli, esclusa la serata finale: € 10
Le proiezioni dei film in concorso sono a ingresso libero con Cinetessera
Le prenotazioni per l’ingresso libero alle serate speciali indicate in calendario possono essere fatte fino a 24 ore prima dell’evento telefonando al 346.943.72.93 in orario d’ufficio (9.30-13; 14.30 18)

Museo del cinema “Gianni Comencini”
Via Daniele Manin 2/b, Milano. Tel. 02.655.49.77
Ingresso libero con Cinetessera

Area Metropolis 2.0 – Via Oslavia 8, Paderno Dugnano
Tel. 02.918.91.81
Ingresso libero con Cinetessera

Su Internet: www.cinetecamilano.it

Condividi questa pagina