Saverio Costanzo ospite all'Oberdan

Il Cinema Italiano Visto da Milano - giovedì 31 gennaio

Giovedì 31 gennaio ospite d’eccezione al Festival Il Cinema Italiano visto da Milano sarà Savero Costanzo del quale sarà proiettato l’ultimo film In Memoria di me.

Per il Concorso Rivelazioni sarà invece la volta del film Billo, le grand Dakhaar di Laura Muscardin.

Infine sempre giovedì sarà possibile assistere alla presentazione, in anteprima per Milano, del documentario In fabbrica di Francesca Comencini.


Il programma di giovedì 31 gennaio

h 17.00: : L’ospedale del delitto (L. Comencini, 12’) copia restaurata
In fabbrica (F. Comencini, 74’) doc., anteprima

IN FABBRICA (Italia, 2007, 74’)
Regia: Francesca Comencini. Sceneggiatura: Michele Astori, F. Comencini. Fotografia: Valerio Azzali. Montaggio: Massimo Fiocchi. Musica: Brani: Tremarella (C. Rossi, G. Alicata, E. Vianello) cantata da Edoardo Vianello; Kusiyavana, Akalari Bomba (Ida Kelarova con Czech & International Stars of Ethnic Music); Via del Campo (F. De Andrè, E. Jannacci) eseguita da Chat Noir. Produzione: Rai Cinema, OffSide.

Omaggio al lavoro e alla professionalità degli operai italiani di ieri e di oggi, che attraverso le loro testimonianze dirette, sullo sfondo di vecchie e nuove immagini di repertorio, ci raccontano il lavoro, le aspirazioni, le sconfitte e le speranze che hanno animato la coscienza operaia del Novecento, dall'Italia contadina a quella del miracolo economico, dalle lotte dell'autunno caldo ai 35 giorni di sciopero serrato alla Fiat, fino ai giorni nostri.

“Il documentario In fabbrica […] è più un ritratto umano che la storia di un movimento operaio, più un omaggio a gesti e professionalità che alle rivendicazioni politiche dell’epoca. E così, attraverso bellissime immagini girate su pellicola, in bianco e nero, da grandissimi registi (tra cui lo stesso Comencini, dall’inchiesta tv in sei puntate I bambini e noi) […] mostra non solo le tappe del profondo mutamento di un paese, ma anche il modo in cui questo paese è stato raccontato dalla tv negli ultimi cinquant’anni.” Alessandra De Luca, Avvenire.

h 19.00: Billo, le grand Dakhaar (L. Muscardin, 90’) Film in concorso
L’attore protagonista del film Thierno Thiam sarà presenti in sala

BILLO, LE GRAND DAKHAAR (Italia/Senegal, 2006, col., 90’)
Regia: Laura Muscardin. Sceneggiatura: Marco Bonini, Mbacke Gadji, Laura Muscardin, Lucilla Schiaffino. Fotografia: Maria Teresa Punzi. Montaggio: Marco Spoletini. Costumi: Vera Cozzolino. Musica: Youssou N’Dour. Interpreti: Marco Bonini, Thierno Thiam, Susy Laude, Paolo Gasparini, Boubacar Ba, Lella Costa, Luisa De Santis, Carmen De Santos. Produzione: The Coproducers.

Billo è un giovane senegalese musulmano, arrivato in Italia con la speranza di fare fortuna e poter sposare la cugina appartenente a una casta superiore. La realtà che lo attende, fatta di lavoro nero, razzismo e pregiudizi, deluderà le sue attese, ma la voglia di emergere e riscattarsi lo porterà a realizzare i suoi sogni e a diventare uno stilista apprezzato. Billo si innamorerà di una ragazza italiana e quando sarà ora di tornare a casa per sposare la cugina dovrà affrontare un dilemma molto più culturale che affettivo.

Laura Muscardin (Roma, 1967)
Dal 1988 al 1998 è stata aiuto regista, assistente alla regia e produzione per cinema, pubblicità e film Tv. Nel 2001 dirige il lungometraggio Giorni, primo premio al Festival Cinema Italiano di Villerupt e premio miglior film al Seattle International G&L Film Festival. È inoltre autrice di cortometraggi e documentari tra cui Il Cuore (1998), premio Rai Sat Miglior cortometraggio italiano al Festival Arcipelago, e Figli di Roma città aperta (2005).

h 21.00: In memoria di me (S. Costanzo, 115’)
Il regista Saverio Costanzo sarà presente in sala
Al termine, degustazione vini d.o.c. della Lombardia
Ingresso libero per chi prenota telefonando al 346 – 943.72.93

IN MEMORIA DI ME
(Italia/Francia, 2006, 115’)
Regia e sceneggiatura: Saverio Costanzo, tratto dal romanzo Il gesuita perfetto di Furio Monicelli. Fotografia: Mario Amura. Montaggio: Francesca Calvelli. Scenografia: Maurizio Leonardi. Costumi: Antonella Cannarozzi. Musica: Alter Ego. Interpreti: Hristo Jivkov, Marco Baliani, André Hennicke, Filippo Timi, Fausto Russo Alesi, Stefano Antonucci. Produzione: Les Films des Tournelles, OffSide. Distribuzione: Medusa Film.

Il giovane Andrea, stanco della vita condotta fino a quel momento e bisognoso di trovare una dimensione esistenziale, tenta la via della vocazione e rinuncia al mondo entrando in un noviziato di gesuiti. Ma prima dell'ordinazione si insinuano in lui i dubbi e le perplessità, e il confronto con gli altri compagni e con l'istituzione ecclesiale produrranno uno stato di tensione difficile da gestire. Si troverà a decidere della direzione da dare alla propria vita e a cercare di risolvere il proprio dissidio interiore.

“[…] Costanzo si trova nel proprio elemento, rivelando una cura maniacale nel calibrare luci e ombre, primi piani e campi lunghi, duraturi silenzi ogni tanto interrotti da improvvisi brani di musica classica, da Mahler a Ciajkovskij. Senza perdere mai di vista la drammaticità del contenuto, che in ultima analisi riguarda ciò che George Steiner chiama «la tristezza del pensiero». Un regista di talento, insomma, dal quale speriamo di avere tra breve altre conferme.” Callisto Cosulich, Left.

Info per il pubblico, sale di proiezione e modalità di accesso :

Spazio Oberdan – Viale Vittorio Veneto 2, Milano
Ingresso: biglietto € 2 con Cinetessera (€ 3)
Abbonamento a tutti gli spettacoli, esclusa la serata finale: € 10
Le proiezioni dei film in concorso sono a ingresso libero con Cinetessera
Le prenotazioni per l’ingresso libero alle serate speciali indicate in calendario possono essere fatte fino a 24 ore prima dell’evento telefonando al 346.943.72.93 in orario d’ufficio (9.30-13; 14.30 18)

Museo del cinema “Gianni Comencini”
Via Daniele Manin 2/b, Milano. Tel. 02.655.49.77
Ingresso libero con Cinetessera

Area Metropolis 2.0 – Via Oslavia 8, Paderno Dugnano
Tel. 02.918.91.81
Ingresso libero con Cinetessera

www.cinetecamilano.it

Condividi questa pagina