Macchina del tempo da un altro pianeta

"Guerra nucleare, Terza Guerra Mondiale: The Day After (Nicholas Meyer, 1983), fantadocumentario che descrive una cittadina americana nel momento in cui scoppiano le atomiche russe. Apre il ciclo dei pianeti nuovi, delle nuove tecnologie che si aprono in nuovi mondi e nuovi orizzonti, Il Pianeta delle scimmie 1968 di Franklin Schaffner, con la Terra del futuro passata sotto il predominio delle scimmie, tema che ha affascinato registi e sceneggiatori hollywoodiani. Gran parte delle pellicole scelgono, per maggior efficacia spettacolare, di rappresentare l’umanità del futuro vestita di stracci e priva d’ogni tipo di conforto come in Zardoz 1973 di John Boorman, Gli avventurieri del pianeta Terra di Robert Clouse del 1975 e L’ultima odissea 1977 di Jack Smight. Anche nel moderno ciclo una delle pietre miliari della fantascienza d’azione, iniziato con Interceptor 1979, poi Interceptor- Il guerriero della strada 1981 ed infine con il terzo film del 1985 Mad Max oltre la sfera del tuono."(Brano tratto dalla tesi di Francesco Adami)

Le Proiezioni nel tempo: Il tema della macchina del tempo tra cinema analogico e cinema digitale

Condividi questa pagina