A Venezia le Giornate degli autori

5a edizione, 28 agosto – 6 settembre 2008

Promosse dall’ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici) e dagli autori dell’API (Autori Produttori Indipendenti), le Giornate degli Autori o Venice Days, sono nate nel 2004 come rassegna autonoma all’interno della Mostra del Cinema di Venezia, sul modello della prestigiosa Quinzaine des Réalisateurs di Cannes e del Panorama di Berlino.

Obiettivo dell'Associazione Culturale “Giornate degli Autori” è stato infatti quello di creare una rassegna che prestasse attenzione per il cinema di qualità, senza restrizioni di sorta, con un occhio di riguardo per l’innovazione, la ricerca, l’originalità espressiva, l’indipendenza autonoma e produttiva. Tutte caratteristiche effettivamente presenti non solo nei film selezionati, ma negli eventi speciali e negli incontri che si tengono durante le Giornate presso la Villa degli Autori.

Il coordinamento delle Giornate, giunte dunque al quinto anno, è stato affidato nuovamente, dopo il successo della scorsa edizione, al Delegato generale, Fabio Ferzetti che per l’occasione si avvarrà della collaborazione di professionisti del settore, esperti internazionali e giovani allievi della laurea specialistica del Dams dell’Università di Bologna.

La formula delle Giornate degli Autori per la quinta edizione rimane invariata: 12 film provenienti da tutto il mondo, oltre a omaggi ed eventi speciali.

Come nel caso delle rassegne indipendenti francese e tedesca, i film europei selezionati dalle Giornate concorrono al "Label Europa Cinemas" per la promozione del cinema in Europa, istituito dal "réseau" europeo degli esercenti di qualità, con il sostegno del Programma Media. Il premio, istituito nel 2003, consiste nel sostegno economico alla diffusione e alla permanenza duratura nelle sale. Per il terzo anno, inoltre, al film vincitore del Label, Technicolor assegna un premio che consiste nella stampa gratuita di minimo 5 copie destinate alla distribuzione italiana della pellicola.

Le opere prime eventualmente selezionate concorrono invece al "Premio Luigi De Laurentiis" – Leone del futuro, al pari dei film degli esordienti presenti nelle altre sezioni del festival.

Inoltre, con l’obiettivo di avviare una prima ed essenziale riflessione su alcuni temi centrali che animeranno nei prossimi mesi il dibattito nel settore del cinema e, più in generale, della cultura, durante la 65° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, le Giornate degli Autori hanno pensato di organizzare una serie di dibattiti.

Tutte le informazioni sono online sul sito www.venice-days.com

*******************

Venerdì 29 agosto (Villa degli Autori)
15.30 – 17.30: Tavola rotonda 100 + 1: oltre la lista
La discussione parte dalla necessità di avviare iniziative concrete e strategie di diffusione per la conoscenza dei primi cento classici del cinema italiano, elencati nella famosa “lista”, presentata
lo scorso febbraio, alla Casa del Cinema di Roma.

Sabato 30 agosto (Villa degli Autori)
15.00: LE CLUB DES 13: UN CONFRONTO EUROPEO
C’è ancora spazio per un cinema d’autore forte, consapevole, non pauperista, in un panorama sempre più diviso fra superproduzioni controllate fino all’ultimo fotogramma e opere più libere ma a bassissimo budget? È il perno dell’agguerrito dossier elaborato da un gruppo di professionisti del cinema francese (autori, produttori, distributori, esercenti), cui il Centre National de Cinématographie ha risposto aprendo un tavolo ufficiale di confronto. Un’analisi critica che evidenzia i limiti del sistema cinematografico più invidiato d’Europa, e si pone come un contributo irrinunciabile a ogni dibattito in materia.
Se ne discuterà, in un’ottica europea, con alcuni dei fondatori del “Club des 13”


Per maggiori informazioni: www.venice-days.com e www.sncci.it (con l’Inchiesta del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici, pubblicata sull’ultimo numero di Cinecritica)

*******************

Condividi questa pagina