Casa mia, casa mia...

Spazio Oberdan (Milano) - 4, 10, 18 maggio 2007

La Fondazione Cineteca Italiana, in collaborazione con il Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti”, organizza una nuova iniziativa culturale fra cinema e psicoanalisi che in questa occasione ha come tema la casa.
Da sempre l’uomo ha proiettato se stesso nell’oggetto architettonico, lo ha vissuto e abitato come un elemento della propria persona, in cui gli spazi si dilatano e si restringono per uniformarsi ad abitudini e azioni personali. Spesso la casa appare nei sogni dell’uomo, proiezione di spazi privati del Sé, rappresentazione di stati emotivi o percorso di significazione, come un oggetto che si presta più di qualsiasi altro a simbolizzare e a rappresentare la realtà psichica intesa come ponte tra mondo interno e mondo esterno. E anche il cinema ha di frequente ripreso con grande finezza e precisione i simboli racchiusi nella familiarità dello spazio domestico – amico o nemico, prigione o regno – utilizzando la casa come metafora per trasmettere i fantasmi dei suoi abitanti.
Come sempre, alle proiezioni seguiranno gli interventi degli psicoanalisti indicati di seguito nel calendario della rassegna.

CALENDARIO DEI FILM IN RASSEGNA

Ve. 4 mag. h 21

Die Neue Wohnung (Il nuovo appartamento)
R.:Hans Richter. Germania, 1930, b/n, muto, cortomt.
In copia restaurata, un rarissimo documentario in cui Richter mostra esempi della nuova architettura razionalista degli anni Trenta, luminosa e funzionale, contrapposta allo stile tetro e pesante di stampo ottocentesco.
Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Antonio Zambrini.

Ferro 3 - La casa vuota
R., sc. e mont.:Ki-duk Kim. Int.: Jae Hee, Seung-yeon Lee. Corea del Sud, 2004, col., 95’.
Al termine delle proiezioni, Simonetta Diena terrà una relazione su “La casa-pelle”.

Gio. 10 mag. h 21

L’angelo sterminatore
R.: Luis Buñuel. Sc.: L. Buñuel, Luis Alcoriza, da Los naufragos di José Bergamín Int.:Silvia Pinal, Augusto Benedico, Enrique Rambal, Jacqueline Audere, Claudio Brook. Messico, 1962, b/n, 95’.
Al termine della proiezione, Lucio Sarno terrà una relazione su “Claustrofilia: incubi della convivialità” .

Ve. 18 mag. h 21

Gruppo di famiglia in un interno
R.: Luchino Visconti. Sc.:Suso Cecchi d’Amico, Enrico Medioli, L. Visconti. Int.:Burt Lancaster, Silvana Mangano, Helmut Berger, Romolo Valli, Claudia Marsani, Stefano Patrizi. Italia/Francia, 1974, col., 120’.
Copia restaurata dalla Scuola Nazionale di Cinema – Cineteca Nazionale.
Al termine della proiezione, Laura Ambrosiano terrà una relazione su “Il padre sogna…”.

INGRESSO:
Biglietto 5 euro + cinetessera

Info per il pubblico: biglietteria Spazio Oberdan, tel. 02.7740.6300;
Sito internet: www.cinetecamilano.it

Condividi questa pagina