Storia segreta del cinema russo

10 film per esplorare un mondo cinematografico poco conosciuto

Dopo il successo riscosso alla 63ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica
di Venezia, è in corso fino al 4 febbraio a Milano, presso la Fondazione Prada di via Fogazzaro 36, la rassegna Storia segreta del cinema russo.
L’evento, realizzato dalla Fondazione Prada (co-produttore del restauro dei film) e dalla Biennale del Cinema di Venezia, è curato da Marco Müller (Direttore del Settore Cinema della Biennale e della Mostra di Venezia) e da Alëna Shumakova (consulente del Settore e della Mostra per la Russia ed i territori dell'ex-Unione Sovietica) e mira a ripercorrere la storia della commedia musicale sovietica negli anni bui della dittatura di Stalin.
In particolare il programma darà spazio al percorso dialettico seguito da due degli autori più noti agli intenditori, Grigorij Aleksandrov e Ivan Pyr'ev (allievi e collaboratori di Ejzenstein), proponendo pellicole d’essai, talvolta sconosciute anche nei paesi d’origine e spesso duramente sanzionate dalla rigida censura dell’epoca.
Il programma dettagliato della kermesse può essere reperito al sito ufficiale della fondazione: www.fondazioneprada.org

Condividi questa pagina