43a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema

Pesaro Film Festival 24 giugno – 2 luglio 2007

La Mostra Internazionale del Nuovo cinema è nata a Pesaro nel 1965, fondatori: Lino Miccichè e Bruno Torri. Dal 2000 la dirige Giovanni Spagnoletti. La Mostra, oltre ad essere conosciuta per la ricca ed originale documentazione che offre, è sinonimo di scoperte, di vetrina di cinematografie emergenti, di riletture, di eventi.

Per la 43a edizione ecco il programma:

Il cinema italo-americano
Negli ultimi quindici anni i cognomi che finiscono per “vocale” (d’origine italiana) dominano i
credits del cinema americano.
L’ampia retrospettiva in programma, in collaborazione con Calandra Institute di New York,
vuole disegnare una mappa, il più possibile curiosa ed esaustiva, delle tracce di questa ‘italianità’ negli Stati Uniti, privilegiando soprattutto la produzione indipendente. Guardando a distanza i grandi degli anni Settanta come Coppola, Scorsese o De Palma, la Mostra vuole presentare cineasti a volte poco conosciuti ma legati tutti da un sottile filo rosso. Ecco quindi “Mac” e “Romance and Cigarettes” di John Turturro; “Diario di viaggio con fantasmi” di Pappi Corsicato; “Trees Lounge - Mosche da bar” di Steve Buscemi; “Living in Oblivion” di Tom DiCillo; “True Love” di Nancy Savoca; “Living Out Loud – Kiss” di Richard LaGravanese; “Federal Hill - Senza futuro” di Michael Corrente; “Brooklyn Lobster” di Kevin Jordan; “Little Kings” di Marylou T. Bongiorno; “Buffalo ’66” di Vincent Gallo; “Riding in Cars With Boys – I ragazzi della mia vita” di Penny Marshall; “Two Family House” di Raymond De Felitta; “Canvas” di Joe Greco. Senza tralasciare poi una significativa presenza di corti e documentari che
completano e arricchiscono l’argomento.
Sono previsti inoltre due focus su Saverio Costanzo e Emanuele Crialese che all’inizio della loro fortunata carriera hanno mosso i primi passi cinematografici proprio da ‘migranti’ a New York.

21° Evento Speciale: Luigi Comencini
Organizzato con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale, diventa anche un omaggio sentito a uno dei nostri autori maggiori.
Curatori dell’iniziativa sono Adriano Aprà per la Mostra Internazionale del Nuovo Cinema e
Laura Argento e Sergio Toffetti per la Cineteca Nazionale.
L’omaggio comprende:
- una retrospettiva completa di tutte le sue opere per il cinema e per la televisione;
- un convegno con studiosi, testimoni, collaboratori e la famiglia Comencini (Pesaro
sabato 1 luglio – Cinema Astra);
- un libro, edito da Marsilio, Luigi Comencini. Il cinema e i film, a cura di Adriano Aprà,
con saggi appositamente scritti su temi generali e su molti dei suoi film in particolare;
- un catalogo anche fotografico sui suoi film curato da Domenico Monetti e Luca Pallanch;
- una mostra, a cura di Adriano Aprà e Piero Berengo Gardin, sul suo lavoro di
fotoreporter per il settimanale «Tempo» nel 1940-41, e relativo catalogo.

Cinema in Piazza
Otto proiezioni serali a “cielo aperto” nella piazza principale di Pesaro. I film saranno in anteprima nazionale e coniugheranno la qualità, secondo la tradizione pesarese, con la capacità di rivolgersi ad un vasto pubblico. Dopo le fortunate esperienze delle scorse edizioni continuerà il coinvolgimento degli spettatori che premieranno il miglior film, assegnando il “Premio del pubblico”.

Concorso Pesaro Nuovo Cinema-Premio Lino Miccichè
Continua, dopo il successo degli scorsi anni, la sezione a concorso che offrirà una selezione di film provenienti da tutto il mondo sempre all’insegna del nuovo cinema.
I primi titoli selezionati sono:
“Gubra – Anxiety” di Yasmin Ahmad (Malesia, 2007),
“Familia Tortuga” di Rueben Imaz Castro (Messico, 2006),
“Mayak – Lighthouse” di Maria Saakyan (Russia/Armenia, 2006).
Il premio è dedicato alla memoria del fondatore del festival Lino Miccichè.

euro.doc
Il 25 marzo 1957 è stato firmato il Trattato di Roma che ha sancito l’inizio dell’Unione Europea.
La Mostra, in occasione del cinquantenario, attraverso la sezione dedicata ai documentari propone un viaggio ai margini dell’Europa unita. Seguendo le macchine da presa e le videocamere dei registi europei, scopriremo quelle realtà di confine, fuori e dentro il cuore dell’Europa stessa, che sembrano sfuggire e resistere ai trattati economici e politici.
I primi titoli selezionati sono:
“Can Tunis” di José González Morandi & Paco Toledo (Spagna, 2006),
“Ha'bitchonim – HotHouse” di Shimon Dotan (Israel, 2006),
“Forsaken Paths” di Ruya Arzu Köksal (Turchia, 2006),
“Love and Broken Glass” di Suvi Andrea Helminen (Danimarca, 2006),
“Japtik-Chese (Yaptik-Hasse)” di Edgar Bartenev (Russia, 2006)

Ivan Zulueta
Con il sostegno dell’Instituto Cervantes e la collaborazione della Diputación Foral de Gipuzkoa, Filmoteca Española e TVE, ecco la personale d’uno dei cineasti spagnoli più underground, autore del film ‘maledetto’ più celebre della storia del cinema di questo paese:
“Arrebato”. Sarà l’occasione per vedere per la prima volta in Italia, oltre al suo primo lungometraggio “Un, dos, tres, al escondite Inglès,”, anche la sua vasta produzione di corti
Zulueta è inoltre un importante autore di grafica cinematografica. Ha disegnato, tra le altre, le
locandine dei primi film di Pedro Almodóvar e di “Viridiana” di Buñuel che verranno ospitate
nel catalogo generale.

Spaziovideo
All’interno dello spaziovideo verranno presentati i lavori delle sezioni “Proposte Video e Documentando”, selezionati tra quelli che ogni anno giungono spontaneamente alla Mostra e quelli di autori interessati al percorso di ricerca e dibattito sull’immagine elettronica - nella sua forma sperimentale e di basso costo - che il festival promuove con incontri e dibattiti.

Info
Fondazione Pesaro Nuovo Cinema Onlus
Via Villafranca, 20 - 00185 ROMA
tel: (+39) 06 4456643 / (+39) 06 491156
fax: (+39) 06 491163

[email protected]
www.pesarofilmfest.it

Condividi questa pagina