Il 3D, la Commedia all'Italiana e Tim Burton

Ci si scontra al festival della critica cinematografica

Per la 9a edizione di RING! Festival della critica cinematografica (1/3 ottobre/2010), nella suggestiva scenografia del “quadrato da combattimento”, allestito sul palcoscenico del Teatro di Alessandria, si daranno appuntamento cineasti, scrittori, giornalisti, critici nel corso di tre giorni di confronti e scontri.

RING! interroga una professione spesso contestata e invidiata, che sempre più si muove tra specialismo e divulgazione, tra novità e tradizione.
Nei match ci si scontrerà su:

- Il 3D è il futuro? Che futuro ha il 3D? Lo sfondamento dell’immagine può davvero rinnovare il cinema? Dopo il suo lancio negli anni Cinquanta, la vecchia tecnologia ci riprova, tra irrealtà e iperrealismo. Ne parlano Paolo Mereghetti e Bruno Fornara vs Fabrizio Tassi e Michele Fadda. (venerdì 1 ore 16)

- Fiaschi e trionfi della Commedia all’italiana, un genere amato dal pubblico e odiato dai critici. Volgarità e intrattenimento compiaciuto, la commedia italiana ripete inerte gli stereotipi della società. Esistono gli eredi di Monicelli, Comencini, Risi, Germi? Ne discutono Pier Maria Bocchi, Morando Morandini, Filippo Mazzarella e Silvia Colombo. (domenica 3 ore 16)

- Ma dove vai, Tim Burton? Da La fabbrica di cioccolato ad Alice in Wonderland il regista creatore di mondi gotici e fantastici è giunto ormai al manierismo, alla replica di se stesso? Si scontrano Simone Spoladori e Massimiliano Spanu vs Luca Malavasi e Roy Menarini. (sabato 2 ore 16).

Fuori dal tappeto, la sezione dedicata all’incontro e al confronto con altre critiche, nata lo scorso anno, si amplia e sviluppa. Gli ospiti di questa edizione saranno Leonardo Romanelli, critico enogastronomico, volto noto del programma tv di La7 Chef per un giorno (venerdì 1 ore 18.00); Stefano I. Bianchi, critico musicale e direttore di Blow-up magazine (sabato 2 ore 15.30); e Giovanni Tesio, docente e critico letterario di La Stampa (domenica 3 ore 15.30).

Uno speciale shadow boxing, assolo autocritico davanti allo specchio, sarà dedicato a Roberto Cotroneo, scrittore (Se una mattina d’estate un bambino – ed. Frassinelli, Il vento dell’odio – ed. Mondadori) e critico letterario, conduttore di La 25a ora, programma tv di La7 dedicato al cinema d’autore e al cinema indipendente.
Dal romanzo al cinema, Cotroneo racconta la sua esperienza di scrittura e il confronto con il linguaggio delle immagini. (sabato 2 ore 18.45).

Nel corso di questa edizione di RING! verrà inaugurata (venerdì 1 ore 18.30) la mostra fotografica: Uomini con la macchina da presa. 1920-1990, visibile per tutto il mese di ottobre nel foyer del Teatro di Alessandria. 70 immagini raccolte affettuosamente quanto casualmente nel tempo da Lorenzo Pellizzari e ora qui proposte senza alcuna ambizione di completezza ma con immutato amore verso il cinema e i registi che hanno immortalato. Un omaggio all’homo filmans, un modo di rivisitare tanti storici set, dove la macchina da presa è spesso al centro dell’immagine, mostrando di scorcio registi e attori in opera, nel corso della realizzazione di grandi capolavori.

************
Scopri gli approfondimenti su questi temi:
Tim Burton
Commedia all'italiana

Condividi questa pagina