Il Gattopardo restaurato e in versione estesa torna nelle sale!

Con il documentario "I due Gattopardi". Visconti e Tomasi di Lampedusa a confronto

A 50 anni dalla sua uscita, uno dei film più straordinari della storia del cinema italiano, Il Gattopardo di Luchino Visconti, torna nelle sale su tutto il territorio nazionale, grazie ad un accordo tra la Cineteca di Bologna e Circuito Cinema.

A circolare sarà l'edizione restaurata in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia, restauro di cui la Cineteca Nazionale è partner insieme alla Film Foundation di Martin Scorsese, Cineteca di Bologna, Pathé, Fondation Jérôme Seydoux-Pathé e Twentieth Century Fox. L'impegno della Cineteca Nazionale per il film, sul piano tecnico e su quello finanziario, è cominciato nel 1992, con il coinvolgimento di Peppino Rotunno alla supervisione, ed è proseguito fino alla copia attualmente distribuita.

La Cineteca Nazionale, inoltre, ha collaborato con materiali fotografici provenienti dal proprio archivio al documentario I due Gattopardi, realizzato da Alberto Anile e Maria Gabriella Giannice (già autori del volume Operazione Gattopardo): una breve introduzione al film che tratteggia un confronto con il romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e include alcune scene tagliate dallo stesso Visconti pochi mesi dopo la prima distribuzione.

Il ritorno in sala del restauro de Il Gattopardo e il documentario I due Gattopardi sono stati presentati alla stampa venerdì 25 ottobre presso la Casa del Cinema a Roma alla presenza di alcuni grandi protagonisti del cinema italiano e collaboratori di Visconti, come lo sceneggiatore Enrico Medioli e il costumista Piero Tosi, autore dei costumi de Il Gattopardo, che tra poche settimane riceverà l'Oscar alla carriera.

Condividi questa pagina