Benvenuto Presidente! (2013)

Presidente per caso. L'equivoco: un classico della commedia

Un bibliotecario di provincia con l'hobby della pesca si ritrova a ricoprire il ruolo di Presidente della Repubblica per un equivoco nato da una peculiarità della Costituzione italiana: la scheda nulla per l'elezione del Presidente è tale solo se il nome fittizio non corrisponde a quello di una persona sopra i 50 anni con determinate caratteristiche.
Se invece corrisponde, potrebbe succedere quello che succede a Giuseppe Garibaldi, il protagonista, che non può esimersi dalla responsabilità che gli è toccata a causa di quello che era un semplice gesto di protesta di tre politici.
Ovviamente, succederà di tutto. Con Kasia Smutniak, il film ricorda un po' le vicissitudini di Eddie Murphy in Una poltrona per due.

Claudio Bisio racconta film e politica con Buongiorno Presidente!

Le recensioni degli autori:

Vuoi scrivere una recensione e condividerla con gli altri utenti? Effettua il login come autore di Tesionline e potrai commentare ogni articolo che vuoi!

Condividi questa pagina